Juventus, Marotta osannato dai tifosi: cori per l’a.d. nel match con lo Young Boys

Pubblicato il autore: Domenico Di Gennaro Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

E’ il minuto 36 della sfida di Champions League tra la Juventus e gli elvetici dello Young Boys. I bianconeri conducono agevolmente grazie a una doppietta fantasmagorica di Dybala. All’improvviso lo zoccolo duro degli ultras zebrati, la curva Scirea, comincia a intonare il nome dell’ormai ex a.d. Beppe Marotta. Il coro viene sostenuto dagli applausi scroscianti di tutto lo Juventus Stadium. E’ il più grande attestato di stima che il mondo bianconero riconosce a Beppe Marotta, uno degli artefici della rinascita della Juventus. Sotto la sua gestione in qualità di amministratore delegato la bacheca juventina si è arricchita di ben 14 trofei, ma, soprattutto, ha ottenuto quella caratura internazionale che dalle parti di Torino avevano smarrito dopo gli anni bui del post-calciopoli.

Leggi anche:  Calciomercato Juventus: parte l'assalto all'attaccante colombiano

NEDVED E ALLEGRI SULL’ADDIO DI MAROTTA – Un importante riconoscimento per il lavoro svolto in questi anni alla Juve è arrivato anche dal vicepresidente Pavel Nedved che, prima della partita con lo Young Boys, ai microfoni di SkySport ha dichiarato: “E’ difficile immaginare una Juve senza Marotta, lui ha rappresentato una figura molto importante per la nostra società e non solo, anche per noi che siamo ancora dirigenti giovani. Abbiamo imparato molto da lui e vorrei ringraziarlo pubblicamente, perché soprattutto con me è stato immenso. […] Ma la Juventus va avanti, noi siamo solo di passaggio“. Anche Massimiliano Allegri ha voluto tributare un omaggio al “Direttore” Marotta: “Ha costruito, insieme al presidente Agnelli, a Paratici e a Nedved una squadra forte e vincente. […] Con il “Direttore” c’è un rapporto oltre che professionale, anche affettivo. Mi mancherà…“.

Leggi anche:  Ziliani contro Maresca: "CR7 non espulso per un calcio in faccia a Cragno, a Ibra rosso diretto per proteste"

MAROTTAMERCATO – Resta il fatto che l’addio improvviso di Marotta ha lasciato molti dubbi e perplessità. Non solo per le modalità e le tempistiche con cui è avvenuto, ma anche per i silenzi sulle motivazioni che hanno spinto Andrea Agnelli a privarsi del proprio a.d. Nel frattempo il nome di Marotta rimane piuttosto gettonato per entrare a far parte dell’organigramma di molte squadre sia di Serie A che europee. A muoversi in maniera concreta per accaparrarsi i servigi del “Direttore” pare essere stata l’Inter. Tuttosport parla di un incontro avvenuto lunedì tra il figlio del presidente nerazzurro Steven Zhang e Beppe Marotta, entrambe le parti uscite abbastanza entusiaste dal colloquio. L’Inter avrebbe superato la concorrenza del Milan, anch’esso alla ricerca di un nome di grido per il ruolo di amministratore delegato. Ricerca che si è, però, interrotta con l’annuncio di Ivan Gazidis come nuovo a.d. rossonero. Comunque bisognerà attendere il 25 ottobre per qualsiasi decisione, ovvero quando il contratto tra la Juventus e Marotta decadrà naturalmente. Staremo a vedere se Marotta vorrà subito rimettersi in gioco.

  •   
  •  
  •  
  •