Milan, le possibili sanzioni Uefa per il Fair Play Finanziario: ecco cosa rischiano i rossoneri

Pubblicato il autore: Gabriele Ripandelli Segui

Leonardo – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Un corpo salvato dalla morte, ma comunque ferito.  Questo è l’aspetto che ha assunto il Milan da quando si è insediato alla dirigenza il fondo Elliott al posto di Yonghongh Li. È tornato infatti di moda a Milanello il pericoloso argomento fair play finanziario ed a breve saranno comunicate le sanzioni ce riceverà il club dalla Uefa.

Sicuramente non si parlerà di esclusione dalle coppe o di pene molto gravi, come si rischiava in precedenza. Ma la nuova società americana non può neanche considerarsi del tutto salva: seppure le sanzioni siano maggiormente collegate a chi rappresentava prima il numero 1, e cioè prima Berlusconi e poi Yonghongh Li, arriveranno comunque pene non leggerissime.

Difficilmente si parlerà di blocco del mercato( avvenuto nel recente passato al Barcellona per due anni per via dei contratti dei minori, ndr.), mentre molto probabilmente si tratterà di una riduzione nella lista dei giocatori per l’eventuale coppa europea che dovesse giocare il Milan nel prossimo anno( come accaduto all’Inter quest’anno con il sacrificio di Gagliardini, ndr.). Ciò che è certo è che il Milan dovrà affrontare un periodo di austerity, far crescere i giovani talentuosi che ha in rosa, sperare di veder tornare Conti in grande forma e comprare buoni giocatori solo dopo sacrifici ed ottime cessioni. Intanto sul futuro arrivo di Lucas Paquetà ha parlato il presidente del Consiglio deliberativo del Flamengo, Rodrigo Dunshee, : “Il trasferimento di Paquetà ha caratteristiche non standard che attirano l’attenzione. Il mercato si apre a gennaio, ma la trattativa è in corso nel bel mezzo del campionato. Del prezzo totale, il 30% va a una società. E il prezzo è ben al di sotto della clausola. Io, come presidente del Consiglio Deliberativo, non posso far altro che chiarire questa trattativa. Aprirò un’inchiesta per studiare cosa è successo. Penso che sia molto strano, penso che ci siano altri interessi

Leggi anche:  Il futuro di Tonali lontano dal Milan? Juve e.. Inter su di lui

Ora il Milan grazie al fondo Elliott sta riacquistando la fiducia della Uefa, dovrà solo decidere se ricorrere di nuovo al TAS, allungando i tempi, o accettare la decisione per la sanzione ed avviare subito la ricerca del solido piano finanziario di rientro dal deficit da proporre.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: