Milan, parla Shevchenko:”Lasciate lavorare Gattuso. Higuain-Cutrone coppia giusta per tornare grandi”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Gennaro Gattuso – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Shevchenko, cuore Milan. Domani vestirà i panni di commissario tecnico dell’Ucraina che affronta in amichevole l’Italia di Roberto Mancini. Ma con il derby milanese alle porte con lui non si può parlare anche e soprattutto di cose rossonere. Andry Shevchenko è stato per anni una sorta di castiga-Inter. Di match contro i nerazzurri ne ha decisi parecchi, oggi Sheva ha parole dolci per il suo vecchio e amato Milan. La Gazzetta dello Sport ha intervistato “‘l’usignolo di Kiev”:”Sono entusiasta del Milan – ha dichiarato – che finalmente ha trovato la direzione. Con Paolo Maldini e Leonardo è tornata la serenità, c’è una serietà enorme, è stata fatta una buona campagna acquisti, si dà fiducia all’allenatore. Proprio verso Gattuso ci sono grandi attestati di stima da parte di Shevchenko:” Rino non è solo carattere. Ha dimostrato di essere un allenatore che sa aggiungere qualcosa alla squadra”.

Shevchenko poi ha parlato dei suoi eredi al Milan:”Higuain è nel pieno della carriera e non finirà tanto presto di fare gol. È un giocatore abituato alla Serie A, ha già dimostrato che cosa sa fare: sposta gli equilibri, aiuta la squadra, non soltanto segnando”. L’attuale c.t  dell’Ucraina ha parlato anche di Cutrone:“Anche l’anno scorso avevo detto che era bravo. Trova sempre il gol e per un attaccante il gol è fondamentale. In più, poter lavorare con campioni come Higuain aiuta a migliorarsi”.

Shevchenko:”Attenti all’Inter, non c’è solo Icardi da temere”

Nella lunga intervista concessa alla Gazzetta dello Sport si è inevitabilmente parlato anche di derby con Shevchenko:Spalletti è un allenatore solido e l’Inter ha dei giocatori di qualità, non soltanto Icardi, un grandissimo centravanti che è capitano, leader, uomo-chiave per come sa caricare i compagni. Milano sta tornando grande e questo è un bene per tutto il calcio italiano”. Così parlò mister Shevchenko, uno che parlava con i gol. Tanti gol e tutti importanti. Perché i gol non si contano, si pesano.

Leggi anche:  Dove vedere Chelsea-Manchester City, streaming Fa Cup e diretta tv Dazn?

Un derby che sarà come sempre atteso e anche piuttosto decisivo. Non nell’immediato, ma una vittoria in una stracittadina è sempre una grande iniezione di fiducia. Così come una sconfitta apre crisi e processi. Il derby d’andata dello scorso anno, vinto dall’Inter per 3-2, diede la consapevolezza ai nerazzurri di poter lottare per grandi traguardi. Al contrario in casa Milan la panchina di Montella cominciò a scricchiolare per davvero. Da lì ad un mese infatti arrivò l’esonero e cominciò l’era Gattuso. Proprio in un derby di Coppa Italia, vinto ai supplementari con gol di Cutrone, fu la svolta per i rossoneri. Inter-Milan non è mai una partita banale. E viene risolta spesso sa giocatori mai banali. Tipo Shevchenko. O Higuain. Magari. Chissà.

  •   
  •  
  •  
  •