Milik rapinato a Napoli, pistola puntata al volto e orologio rubato

Pubblicato il autore: Francesco Fravolini Segui

Arkadiusz Milik – Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Momenti di paura vissuti la scorsa notte da Arkadiusz Milik quando è stato fermato da due balordi che gli hanno chiesto con arroganza il suo Rolex Daytona che indossava al polso. Dopo la gloriosa vittoria contro il Liverpool il giocatore polacco stava andando nella sua abitazione ma a Varcaturo, località situata nella provincia Napoli, viene affiancato da una moto di grossa cilindrata ed è costretto a fermarsi. La velocità dei due aggressori durante la rapina lascia senza parole Milik, il quale viene letteralmente sorpreso senza avere la possibilità nemmeno di reagire.

Milik, la dinamica della rapina
La violenza durante la rapina del Rolex è quella consueta di chi vuole sorprendere la vittima per evitare spiacevoli conseguenze.  Uno dei due aggressori, con il volto coperto dal casco, punta senza esitare una pistola contro Milik e gli chiede con determinazione il suo orologio. Il giocatore è spaventato e si limita a consegnare il suo Rolex al rapinatore. Sono momenti di terrore e di paura quelli vissuti da Milik. Il triste momento della rapina non è stato un periodo di tempo molto lungo perché si è svolto tutto in meno di due minuti. Quando gli aggressori hanno avuto il Rolex sono subito scappati nelle campagne di Licola. Milik, subito dopo essersi ripreso dallo spiacevole momento, ha prontamente avvisato la Polizia della rapina subita. Su questa vicenda sta ora indagando la Digos di Napoli per cercare di capire dettagli importanti al fine di risalire ai due rapinatori.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Criscitiello duro su Ronaldo: "La strada del tramonto è sempre più vicina. Lukaku invece..."