Napoli-Liverpool, il Corriere del Mezzogiorno lancia l’allarme: ronde di scooter in centro a caccia di hooligans

Pubblicato il autore: Redazione Segui
NAPLES, ITALY - NOVEMBER 01: Supporters of SSC Napoli cheer their team during the UEFA Champions League group F match between SSC Napoli and Manchester City at Stadio San Paolo on November 1, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images) napoli-liverpool

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

La sfida di Champions League in programma questa sera allo Stadio San Paolo è altamente proibitiva dal punto di vista sportivo: Napoli-Liverpool potrebbe rappresentare un importante crocevia per la formazione guidata da Carlo Ancelotti, che ha avuto tra le altre la sfortuna di capitare in un girone altamente competitivo, rappresentato non solo dai Red, ma anche dal Paris Saint-Germain dei campioni Neymar, Cavani e Mbappè tra gli altri.
A preoccupare però la cittadina partenopea sarebbero altri dettagli, di non poco conto, e che sembrerebbero mettere a repentaglio l’ordine pubblico: a lanciare alcune importanti indiscrezioni è il Corriere del Mezzogiorno, che nell’edizione odierna svela alcuni particolari preoccupanti che dovrebbero tenere le forze dell’ordine allertate in vista di presunti episodi criminosi a poche ore dal fischio di inizio di Napoli-Liverpool.

Leggi anche:  Euro 2020, cresce l'entusiasmo intorno all'Italia di Mancini

Il Corriere del Mezzogiorno lancia l’allarme in vista di Napoli-Liverpool

Come detto il quotidiano Corriere del Mezzogiorno lancia l’allarme a poche ore dall’inizio di Napoli-Liverpool: la testata giornalistica partenopea nell’edizione odierna parla della caccia da parte dei tifosi locali di possibili hooligans in giro nel capoluogo campano: una ricerca minuziosa che sarebbe partita già da diverse ore prima del fischio di inizio del match di Champions.
In particolare, continua il quotidiano, i tifosi partenopei sarebbero partiti con ronde di scooter con ragazzi in sella a due a due che hanno girato per il centro storico di Napoli alla ricerca di circa cinquanta hooligans: si tratterebbero, secondo la testata, di facce conosciute al tifo azzurro e già schedate dalle autorità inglesi, che le avrebbero tra l’altro segnalate ai colleghi italiani.
Davvero preoccupanti i dettagli svelati dal Corriere del Mezzogiorno: “le frange più violente del tifo napoletano si sono organizzate come se fossero in guerra“, precisando come si tratti di “una strategia ben precisa per non dare nell’occhio: A due a due con gli scooter” alla ricerca di hooligans in giro per Napoli. E gli avvisi sarebbero stati lanciati persino attraverso gli smartphone: sms in caso di avvistamento di supporters inglesi“, racconta il quotidiano.

Leggi anche:  De Ligt replica le critiche di Van Basten: il difensore senza paura

Ciononostante, gli ultras partenopei non avrebbero usato maniere particolarmente violente: precisa il Corriere del Mezzogiorno, “quando qualche tifoso Reds si è trovato a passare per il Centro è stato colpito: niente coltelli, solo pugni. Una decisa di casi sono stati segnalati e nessuno che è dovuto ricorrere alle cure mediche“.
L’allarme, prosegue la testata giornalistica, a poche ore dal fischio di inizio di Napoli-Liverpool si protrarrà per tutta la giornata di oggi: c’è il rischio di aggressioni di tifosi che raggiungeranno lo stadio San Paolo“.

  •   
  •  
  •  
  •