Nations League: Spagna, è un ko che fa rumore e ora gli iberici rischiano

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui

Alvaro Morata – Foto Getty Images © scelta da SuperNewsspagn

Se la Germania continua a piangere, dopo l’amarezza del Mondiale anche la Spagna non sorride nonostante l’avvento in panchina di Luis Enrique avesse portato già buoni risultati e soprattutto parecchi gol: prima il 2-1 a Londra poi il clamoroso 5-0 rifilato alla Croazia. Insomma sarebbe bastato un solo punto nel confronto di ieri contro gli inglesi per essere i primi ad accedere alle Semifinali della Nations League, non è invece andata come i tifosi speravano, come lo stesso commissario tecnico ex allenatore della Roma sperava.

Il cammino delle furie rosse da tutto in discesa si inizia a fare ripido perchè nel prossimo match contro la Croazia in programma il 15 Novembre non sarà sufficiente un pareggio per qualificarsi alle Semifinali ma dovranno essere necessariamente conquistati i tre punti per non sperare in un risultato negativo dell’Inghilterra tre giorni dopo a Londra contro la Nazionale tra gli altri di Mandzukic e Perisic. Una Spagna che aveva cominciato bene la sua avventura nella Nations League, che però ha visto incrinare le proprie certezze nella brutta serata di ieri a Siviglia, che in casa non perdeva da ben 15 anni quando a Saragozza fu la Grecia a vincere con il punteggio di 1-0. A Luis Enrique il compito di sistemare le cose e non regalare alla tifoseria un’altra amarezza dopo quella dei Mondiali russi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Cagliari: è ancora possibile la salvezza?