Paganese-Catanzaro, in sala stampa le dichiarazioni dei tecnici Gaetano Auteri e Luca Fusco al termine del match

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
paganese-catanzaro

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Al termine della sfida Paganese-Catanzaro, valida per la sesta giornata del campionato di Serie C Girone C e conclusasi con la vittoria per 4-0 dei giallorossi contro la locale compagini, leggiamo le dichiarazioni rese dai protagonisti del match del Marcello Torre.

Sala Stampa Paganese-Catanzaro, le dichiarazioni del tecnico degli ospiti Gaetano Auteri

Abbiamo fatto una buona partita contro una Paganese che ha avuto un buon modello organizzativo di gioco nonostante le assenze. È stata in partita, con la possibilità anche di pareggiare. Noi stiamo crescendo, è un gruppo che si sta amalgamando: c’è un progetto ma non si sa con quali tempi si riuscirà a realizzare. A volte ci complichiamo la vita, è un gruppo nuovo e cerchiamo di giocare un calcio diverso, serve del tempo per creare l’individualità.

Obiettivo finale? 
Cercheremo di vincere con tutti, ci sono quattro o cinque squadre che hanno speso più di noi, noi cerchiamo di creare un progetto che si deve sviluppare in tre anni. Fosse per me proverei a vincere subito.

Format incerto e ripescaggi in Serie B: cosa ne pensa? 
Ho cercato di dire sempre le cose direttamente, ho preso anche delle squalifiche: è vergognoso quello che sta succedendo. Ghirelli dice cose giuste  poi qualcuno si inventa qualche situazione. Le regole vanno rispettate
, tutt’ora non sappiamo se dopo la Juve Stabia avremo un turno di riposo o giocheremo con la Viterbese. Queste cose ci mettono in difficoltà perché non c’è programmazione. C’è chi si inventa la Serie B a 19 inventandosi una grande cavolata e poi crea problemi con le probabili ripescate.

Sala Stampa Paganese-Catanzaro, le dichiarazioni del tecnico dei padroni di casa Luca Fusco

Si aspettava qualche progresso dopo la buona partita di sabato?
Nonostante il risultato rotondo, abbiamo espresso comunque un buon calcio: eravamo rimaneggiati, non mi va di parlare degli assenti. Siamo stati bene in campo contro una squadra ben attrezzata in campo. Dobbiamo lavorare sugli errori dei singoli, cercando di limare le grosse difficoltà in campo.

Cosa salva della Paganese oggi?
Al di là del risultato devo valutare la prestazione: per almeno 50 minuti la Paganese ha fatto una buona gara, sotto l’aspetto del gioco e del fraseggio contro una squadra forte. Gli errori pesano, così come la forza della squadra che ti trovi di fronte. Recuperare contro una squadra del genere è davvero difficile. Ai ragazzi non posso rimproverare nulla.

Dopo il 2-0 non c’è stata la reazione avutasi nella trasferta di Potenza, perché?
Nel secondo tempo eravamo partiti bene, abbiamo avuto anche un’occasione con Parigi pescato in fuorigioco.

Quali risposte dal campo?
Bisogna lavorare sull’entusiasmo, sulla voglia di fare: stamattina ho parlato con i ragazzi chiedendo di giocare sull’entusiasmo, giocando spensierati e spregiudicati contro una squadra molto forte.
Con il tempo viene fuori l’esperienza tecnica dei calciatori: gli errori singoli capiteranno sempre, bisogna lavorare, ma non posso rimproverare ai ragazzi la voglia di fare.

Un pensiero sulla situazione di incertezza che si vive in Serie B e in Serie C?
Situazione imbarazzante, la Viterbese che non vuole giocare, il Catania che giocherà ogni tre giorni, altre squadre con problemi come Matera e Reggina. Questo potrebbe compromettere il campionato? Sono sotto gli occhi di tutti le difficoltà della Serie C e della Serie B, non bisogna andare dietro a queste cose sia per noi allenatori che per i ragazzi. C’è rilassatezza in questo caso? Non c’è rilassatezza, noi non dobbiamo pensare a queste cose, i ragazzi hanno messo tutto in campo, c’erano ragazzi più forti dall’altra parte.

Dal punto di vista tattico ha riscoperto Sapone mezz’ala destra, giocando positivamente: cosa ne pensa?
Per me è stato sempre positivo anche come playmaker, ha giocato sempre con qualità. Il problema è la struttura fisica, l’altezza che non ha e potrebbe andare in difficoltà con squadre fisiche, perdendo nell’uno contro uno.
Sono convinto delle sue qualità, ha fatto bene, un’ottima partita. Musacci non è ancora disponibile, Nacci è un buon giocatore, Scarpa squalificato: abbiamo fatto di necessità, virtù. Oltre al punteggio la Paganese ha fatto una buona partita.

I tifosi sono stati i migliori in campo, la società deve fare degli investimenti, non crede?
I tifosi sono stati i migliori, anche dopo al 4-0 ci hanno sostenuto. I ragazzi stanno dando tutto fino alla fine, con tutte le possibilità. Le responsabilità sono anche mie, sono il primo a pagare: la squadra è questa, anche il direttore ha ribadito che fino a gennaio non ci saranno innesti.

Quindici gol in cinque partite pesano davvero?
Pesa tutto, la società ha scelto un allenatore giovane e propositivo, i ragazzi li difenderò fino alla fine. La mentalità che voglio dare alla squadra è quella di essere propositivo. Bisogna lavorare, per i ragazzi questo è un campionato importante per loro, per la loro carriera. Di sicuro è importante aver subito quindici gol in cinque gare.

La situazione in infermeria?
Acampora ha un problema al polpaccio, Fornito verrà valutato domani. Musacci potrebbe tornare dopo il Catania.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Palermo-Foggia: streaming gratis e diretta tv in chiaro?