Convocati Italia, Roberto Mancini punta su Caprari e Giovinco. Politano ancora fuori

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Italia – Foto Getty Images© scelta per SuperNews

E’ una vera e propria sorpresa la mancata convocazione di Matteo Politano da parte del commissario tecnico Roberto Mancini che ha preferito chiamare in azzurro Caprari, in forza alla Sampdoria di Novellino, e soprattutto far tornare Giovinco. Anche Balotelli rimane a casa, per la scarsa forma fisica.

Nazionale che vede quindi il ritorno di Giovinco e di Verratti in regia, per il resto, tolto l’inserimento di Caprari, in linea di massima contro l’Ucraina e la Polonia ci saranno gli stessi delle due sfide precedenti. Il modulo tattico dovrebbe essere nuovamente il 4-3-3, schema che però non risalterebbe le caratteristiche dei nostri trequartisti, ovvero i vari Bernardeschi e Pellegrini che stanno facendo bene con le proprie squadre di club.

4-3-3 quindi che vedrà in porta Donnarumma, con Florenzi e Criscito come terzini e Bonucci e Chiellini centrali. Centrocampo a tre formato da Verratti, Barella e Gagliardini, e attacco con Chiesa, Insigne e Zaza.

Leggi anche:  Criscitiello duro su Ronaldo: "La strada del tramonto è sempre più vicina. Lukaku invece..."

Non convocato Politano per la seconda volta di fila, nonostante le belle prestazioni sia in campionato che in Champions League, e nonostante sia uno dei calciatori più in forma dell’Inter. Il buon Matteo paga un po’ il fatto che nel suo ruolo ci sono diverse alternative, come Chiesa, titolare inamovibile, ma anche Berardi e lo stesso Caprari, che per il coach Mancini offrono più garanzie dell’attaccante interista.

Peccato anche per i ruoli da gregari di Bernardeschi e Pellegrini, che non vengono aiutati assolutamente dal modulo tattico inedito per il tecnico di Jesi che ah sempre giocato con il trequartista e il 442 a rombo, e che in questa nazionale si ostina a provare le tre punte. Un vero peccato non vedere due attaccanti prolifici e che si conoscono benissimo come Insigne e Immobile, con alle spalle uno tra Pellegrini e Bernardeschi.

Leggi anche:  Copa de la Liga Profesional Argentina Zona A: il River Plate piega la capolista Colón e sale al secondo posto

Roberto Mancini punta su Caprari e Giovinco: fuori anche Belotti, dentro D’Ambrosio e Gagliardini

Non viene convocato neanche Belotti, probabilmente per dare un’occasione a Cutrone, e oltre alla conferma di Gagliardini, che con l’Inter non sta passando un bel periodo, viene convocato anche il terzino destro nerazzurro D’Ambrosio, una delle note dolenti dell’Inter di Spalletti che senza Cancelo e aspettando Vrsaljiko ha dovuto schierarlo sulla fascia dove ha sicuramente reso e si è dimostrato un ottimo professionista, ma che non si può considerare un terzino da Champions ne tantomeno da nazionale. Probabilmente di meglio non c’era di meglio e va bene, ma di certo questi due calciatori, che non riescono a  fare la differenza nell’Inter, essendo solo dei buoni rincalzi, non possono di certo far fare il salto di qualità alla squadra. Due valide alternative a D’Ambrosio e Gagliardini potevano essere i romanisti Santon e Cristante, che stanno giocando bene con la Roma e possono vantare, almeno Santon, anche esperienze internazionali. Chiudendo il discorso, lasciare a casa Politano, e convocare un calciatore che gioca in America come Giovinco, in un campionato minore, non può che far discutere e cercare di capire il perché di queste scelte e il perché di questo modulo complesso e non adatto con il capitale umano che abbiamo.

Leggi anche:  Cagliari: è ancora possibile la salvezza?

Roberto Mancini punta su Caprari e Giovinco: i convocati

PORTIERI: Cragno (Cagliari), Donnarumma (Milan), Perin (Juventus), Sirigu (Torino)

DIFENSORI: Acerbi (Lazio), Biraghi (Fiorentina), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), Criscito (Genoa), D’Ambrosio (Inter), Emerson Palmieri (Chelsea), Florenzi (Roma), Romagnoli (Milan)

CENTROCAMPISTI: Barella (Cagliari), Bernardeschi (Juventus), Bonaventura (Milan), Gagliardini (Inter), Jorginho (Chelsea), Pellegrini (Roma), Verratti (Psg)

ATTACCANTI: Berardi (Sassuolo), Caprari (Sampdoria), Chiesa (Fiorentina), Cutrone (Milan), Giovinco (Toronto), Immobile (Lazio), Insigne (Napoli), Zaza (Torino)

  •   
  •  
  •  
  •