Arsenal-Liverpool, Lacazette regala il pari ai padroni di casa. Torreira monumentale

Pubblicato il autore: Cosimo Commisso Segui
    GENOA, GE - FEBRUARY 25: Lucas Torreira of Sampdoria in action during the serie A match between UC Sampdoria and Udinese Calcio at Stadio Luigi Ferraris on February 25, 2018 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)Lucas Torreira – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il big match dell’undicesima giornata di Premier League, che vedeva in campo all’Emirates Stadium Arsenal e Liverpool, si è concluso sul risultato di uno ad uno. Punteggio tutto sommato giusto, vista la miriade di occasioni create da entrambe le compagini, mai dome e sempre alla ricerca della vittoria. Oggi, le dirette concorrenti Chelsea e Manchester City potrebbero trarre vantaggio dalla sfida di ieri, battendo le relative avversarie e allungando in classifica. I segnali positivi sono emersi soprattutto dai padroni di casa dei Gunners. La nuova gestione Emery sta dando, almeno per il momento, i frutti sperati. Nonostante la papera di Leno, che ha spalancato la porta al vantaggio siglato da James Milner nel secondo tempo, si è intravista una capacità difensiva quasi sconosciuta sotto la ex guida di Arsene Wenger. Mustafi e Holding, non di certo due fenomeni, si son ben comportati di fronte a Firmino-Salah-Mane, le frecce dei Reds. L’Arsenal ha inoltre dimostrato un grande carattere, cercando il pari senza mai disunirsi o innervosirsi. E la pazienza, ovvero la virtù dei forti, li ha premiati con un punticino prezioso. I ragazzi di Klopp, abituati alla pressione delle sfide più importanti, proseguono la loro cavalcata e raggiungono momentaneamente la vetta del campionato, l’obiettivo annunciato in estate.

Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?

Migliori in campo: Torreira e Lacazette

Non sarà Kante e, probabilmente, neanche Casemiro, ma l’Arsenal ha trovato in Torreira l’incontrista perfetto. L’ex Samp ha stravinto il match con Fabinho, neo acquisto del Liverpool e molto più esperto di lui, aggiudicandosi in lungo e in largo tutti i contrasti e dominando sulle seconde palle. Emery, dopo un primo periodo di adattamento, ha capito di non poter fare a meno dell’uruguayano e lo sta schierando regolarmente in coppia con Granit Xhaka, altro mastino dal cartellino facile. I padroni di casa non si sono snaturati completamente, difatti giocano sempre un calcio spettacolare e divertono i presenti. Ieri, Ozil e Mkhitaryan su tutti, hanno cercato di innescare le punte attraverso scambi rapidi e di qualità, in pieno stile Arsenal. È mancato un pò il “Killer Instinct” ad Aubameyang quando, nel primo tempo, ha sciupato un’ottima occasione a disposizione dal limite dell’area. Non ha fallito, invece, Lacazette, che ha agirato Alisson e messo in rete la palla del pari con una “violenza” unica.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Tra le fila degli ospiti, invece, è stato Sadio Mane a portare i maggiori pericoli. Le sue scorribande sull’intero versante d’attacco mettono un pò in apprensione Bellerin ed il rientrante Kolasinac, costringendoli alle maniere forti. Salah, osservato numero uno, spreca quando ha spazio e si fa recuperare dal più lento Xhaka , provocando l’ira di Jurgen Klopp. È ancora presto per dare giudizi, ma ripetere la stagione scorsa pare praticamente impossibile. Bene Milner, che oltre il gol fa sempre un lavoro encomiabile, di raccordo tra difesa e centrocampo. Per una volta, però, male Alisson. Il portierone brasiliano, forse il più forte al momento, sbaglia l’uscita e quasi regala il vantaggio a Mkhitarian ed in seguito si fa beffare da Lacazette vagando nella terra di nessuno. Non proprio una gran serata per l’estremo difensore.

  •   
  •  
  •  
  •