Tottenham – Inter, Spalletti:”Se riesci a qualificarti eliminando delle squadre così poi nulla può esserti precluso”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Luciano Spalletti – Foto Getty Images© per SuperNewslletti

L’Inter dopo aver messo alle spalle la pesante sconfitta di Bergamo con la vittoria casalinga contro il Frosinone in Serie A, è pronta a vivere una di quelle notti europee che da troppi anni mancavano in casa nerazzurra: Tottenham-Inter  non è una partita qualunque, è un match in cui c’è in ballo la qualificazione agli ottavi di Champions League.
Ai ragazzi di Luciano Spalletti, attualmente secondi nel Girone B, basterà solo un pareggio per approdare al prossimo turno della massima competizione europea e non rischiare un harakiri all’ultima giornata della fase a gironi.

Nella consueta conferenza stampa alla vigilia del match di Champions League, Luciano Spalletti, ha commentato le parole pronunciate da Pochettino in conferenza: “Ho sentito l’intervista di Pochettino, dal Tottenham mi aspetto quello che lui ha detto. Loro proveranno a vincere le ultime due partite, sono convinti di avere la forza per farcela. Io, fin dal giorno del sorteggio, sapevo che per qualificarci dovevamo buttare giù delle più grandi squadre d’Europa. Pochettino è un allenatore forte dal punto di vista tecnico e tattico perchè la sua squadra cambia modulo però si vede in qualunque forma quella che è la mano di un tecnico che conosce il suo mestiere. E’ forte anche dal punto di vista psicologico e questa è una cosa importante quando si lavora in uno dei migliori club a livello europeo. Dico quindi che può succedere quello che lui dice, ma può succedere anche il contrario”.

Leggi anche:  Buffon torna al Parma: accordo raggiunto e fascia da capitano pronta

In merito all’importanza del match, l’ex tecnico della Roma ha affermato:“Sono tantissimi anni che il mondo interista aspetta di giocare queste partite. Per i nostri tifosi è fondamentale vedere che noi siamo disposti a tutto per questo risultato. Possiamo qualificarci, ma dovremo sudarcela fino all’ultima goccia. Abbiamo le possibilità per farcela viste quelle che sono le qualità della mia squadra. Possiamo giocarcela contro qualunque avversario e in questa gara non ci sarà nulla da nascondere nè per noi nè per loro, sarà uno scontro a viso aperto”.

In caso di passaggio del turno quali sarebbero gli obbiettivi della squadra nerazzurra? Per rispondere a codesta domanda, Spalletti ha affermato:“Se riesci a qualificarti eliminando delle squadre così poi nulla può esserti precluso. Sarebbe un qualificarsi con una delle più grandi squadre e questa è una cosa che ti può regalare la convinzione di poter andare avanti nelle sfide successive. Io credo però che questa sia una cosa che è ormai nelle menti dei giocatori della mia squadra, ho visto i ragazzi cresciuti da un punti di vista mentale. Quando si hanno venti giocatori forti in un gruppo, a volte si rischia di farli diventare tutti delle riserve, nella mia squadra invece, il fatto che ci sia tanta competitività li sta rendendo tutti titolari. E’ questo l’atteggiamento che si deve avere, è questo che dà sostanza”.

Il tecnico di Certaldo ha voluto anche tenere alta la pressione dei suoi, non giocando la partita per il pareggio ma per il massimo risultato positivo: “La qualificazione è tutta da guadagnare, non abbiamo vantaggi ed è questo che devono pensare i giocatori. Dovremo dare tutto, ci sarà da sudare, ma sapevamo dall’inizio che sarebbe stato così. Se qualcuno dei miei giocatori pensa che domani non sia fondamentale cercare il risultato allora è nel posto sbagliato”.

  •   
  •  
  •  
  •