Italia-Portogallo, Roberto Mancini:” Immobile? Ha buone possibilità di partire titolare. Il nostro obiettivo è qualificarci all’Europeo”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Roberto Mancini – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Nella serata di ieri, intorno alle 19:30, il c.t. Mancini, in compagnia di Giorgio Chiellini, ha tenuto la consueta conferenza stampa della vigilia. In attesa che Italia e Portogallo si affronteranno in occasione dell’ultima gara per gli azzurri per quanto concerne la fase a gironi della Nations League, il Mancio ha rilasciato interessanti dichiarazioni riguardanti il possibile utilizzo, dal primo minuto, di Ciro Immobile, per poi lanciare un chiaro messaggio su quale sia il reale obiettivo della comitiva italiana. A seguire non ha disdegnato alcune affermazioni in merito alla sfida contro i lusitani, per poi lasciar intendere che vi saranno dei rientri a casa dopo il match di questa sera.

Osservando con attenzione la classifica del girone 3 Lega A, in testa vi è il Portogallo con 6 punti all’attivo, seguono gli azzurri a 4, chiude la Polonia a quota 1. L’Italia per sperare di disputare la Final Four, che si terrà nel prossimo mese di giugno, dovrà superare i lusitani, auspicando, poi, in un passo falso della banda guidata da Fernando Santos, martedì 20 novembre, nella gara casalinga contro la Polonia.

Tornando alle parole pronunciate dal commissario tecnico jesino, ecco alcuni dei passaggi più interessanti da lui espressi:” Immobile ha buone possibilità di partire titolare, ha qualità importanti in area di rigore. Domani parte avvantaggiato per giocare ma decideremo nelle prossime 24 ore. In Nazionale mi sto trovando molto bene, normale che all’inizio il morale fosse sotto i tacchi. Stiamo migliorando partita dopo partita, nessuno ha la bacchetta magica. Vogliamo riportare l’Italia dove merita di essere. Ci vorrà chiaramente del tempo. Pressione? E’ naturale quando si allena la Nazionale. Nelle prime partite avevamo l’esigenza di far fare esperienza ai giovani anche in prospettiva. Abbiamo ottimi giocatori di 18-19 anni che hanno bisogno di giocare. Il nostro obiettivo è di andare all’Europeo“.

Per poi aggiungere:” Verratti e Jorginho insieme? Hanno giocato solo quattro partite, sono bravi tecnicamente e riescono a capirsi bene. Più giocheranno insieme e più miglioreranno. In gruppo arriveranno anche Kean e Mancini dall’Under 21, al posto di Romagnoli sarà aggregato Acerbi. Stadio pieno per domani (oggi n.d.r.)? Milano ha sempre risposto bene, anche quando giocavo io. Non sono stupito. Portogallo senza Cristiano Ronaldo? Ci dispiace non ci sia, anche Bruma e Rafa Silva sono straordinari. Restano una grande squadra“.

Infine annuncia delle novità in vista dell’amichevole, in programma martedì prossimo, contro gli Stati Uniti:” Domani salvo infortuni, torneranno a casa Chiellini, Jorginho, Florenzi e Insigne che hanno giocato tanto in campionato. Perin non è con noi per un problema al mignolo“.

  •   
  •  
  •  
  •