Milan, le possibili sanzioni Uefa: maxi multa e limitazioni all’utilizzo degli acquisti di gennaio

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui

Leonardo – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews


I problemi del Milan causati del fair play finanziario non sono finiti
, nonostante il cambio di proprietà e i ricorsi al TAS. Anche sotto la guida Elliott le problematiche rimangono e, secondo quanto riportato da Repubblica, a breve arriveranno diverse sanzioni.

Il TAS di Losanna ha riammesso il Milan  in Europa League, ma non può andare oltre. L’organo di competenza della Federcalcio europeo ha trattenuto già i ricavi ottenuti dalla società italiana dalla competizione europee della stagione in corso. Ma non è finita qua: in arrivo una maxi multa per i rossoneri. La sanzione è di 20 milioni di euro, della quale una parte deve essere pagata nell’immediato, l’altra può essere evitata se la società rientra nei limiti del fair play. La parte peggiore delle sanzioni alle quali potrebbe andare incontro il Milan è la possibilità di fare nuovi acquisti di mercato di giocatori da inserire nella nuova lista di Europa League, nel caso passasse il turno della fase a gironi.
Decisioni inaspettate, in quanto il Milan pensava di rispettare i criteri del settlement agreement, considerando quanto accaduto già con Inter, Manchester City e PSG. Ma il TAS ha sottolineato, nelle 50 pagine dove spiega i dettagli della sentenza, che il caso milanista è differente. Il Milan non aveva solo rosso in bilancio, ma anche una incertezza di rifinanziamento, un rischio di cambio di proprietà forzato e il trend negativo dei risultati finanziari futuri.

Leggi anche:  Il futuro di Tonali lontano dal Milan? Juve e.. Inter su di lui

L’ultimo passo della società rossonera è il presentarsi davanti all’Uefa tra un mese, inizio dicembre, con la speranza di un’assoluzione, che arriverà difficilmente.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: