Napoli, battibecco Cruciani-Chiariello. Il giornalista risponde al conduttore della Zanzara (Audio)

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Continua il battibecco radiofonico tra Giuseppe Cruciani conduttore de “La Zanzara” e il giornalista napoletano Umberto Chiariello, il quale ha attaccato l’arbitraggio di Mazzoleni, direttore di gara di Milan-Juventus.

Cruciani che, molto spesso, lancia frecciate al Napoli ed alla città partenopea, questa volta ha definito i napoletani dei “piangina”, un termine genovese che sta ad identificare persone che stanno sempre a lamentarsi. E’ un po’ un’ossessione quella del giornalista, ospite fisso della trasmissione Tiki Taka, nel punzecchiare la squadra azzurra.

Umberto Chiariello ha nuovamente risposto alle provocazioni di Cruciani. Del resto, non è la prima volta che accade e le scaramucce tra i due hanno sempre avuto toni a dir poco coloriti e sopra le righe.
In un intervento radiofonico, Chiariello ha esternato nuovamente il suo dissenso nel confronto del conduttore radiofonico: “Sì, sono un piangina, termine genovese che fu dato a Mazzarri, E sono anche un asino, come mi ha chiamato un tifoso della Juventus. Ma l’asino è un animale forte, resistente, l’asino non raglia solamente. E ‘asino è il simbolo del Napoli, forza, potenza e fatica.” Poi, Chiariello, preme sull’acceleratore: “Io sono una voce libera, dico ciò che voglio, non sono servo di nessuno. Era meglio che facevi anche un riferimento a ciò che è successo al povero Federico Ruffo.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  De Ligt replica le critiche di Van Basten: il difensore senza paura
Tags: