Nations League, Pagelle Italia-Portogallo: Verratti accende la luce. Chiesa nervoso e poco efficace

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Marco Verratti – Foto Getty Images© per SuperNews

Con il pareggio per 0-0 al cospetto del Portogallo si chiude il cammino dell’Italia in Nations League. Gli azzurri stazionano al secondo posto nel girone 3 della Lega A, a margine di una sfida contro i lusitani dal doppio volto: convincenti ed aggressivi nel primo tempo, più compassati e visibilmente stanchi nella ripresa. La difesa non subisce gol da due gare di fila, mentre l’attacco appare piuttosto abulico, con i soli due centri realizzati in questa competizione. Ecco di seguito i voti attribuiti ai calciatori azzurri scesi in campo ieri sera:

Donnarumma 6,5: Il portiere rossonero è stato sollecitato raramente dall’attacco portoghese. Chiamato in causa da William Carvalho, risponde presente.

Florenzi 6: Spinge e difende, ha tra i piedi anche un’opportunità per andare a segno. Prestazione dignitosa ma nulla di particolarmente trascendentale.

Leggi anche:  Dove vedere Uruguay-Cile, streaming e diretta tv in chiaro Copa America?

Bonucci 6,5: Limita il raggio d’azione di André Silva. Di testa sfiora il gol del vantaggio. Non si lascia distrarre dai fischi di una parte di “San Siro”. Imperturbabile.

Chiellini 7: Alla sua centesima presenza in Nazionale azzurra sfodera una performance titanica. Gli attaccanti lusitani faticano nel superarlo, rappresentando un muro invalicabile su cui fare affidamento.

Biraghi 6: Poche le proiezioni offensive, dimostra maggiore attenzione per quanto concerne la fase difensiva. Senza infamia e senza lode.

Verratti 7: Il gioiello del Paris Saint-Germain, nel primo tempo, accende la luce alla manovra azzurra. Effettua passaggi, per i suoi compagni, disegnati con il compasso. Cala di rendimento nella ripresa.

Jorginho 6,5: Tassello imprescindibile per il Mancio. Insieme a Verratti detta i tempi della manovra. Un playmaker che dona sicurezza a tutti i suoi compagni.

Leggi anche:  Sky o Eleven Sports? Dove vedere Argentina-Paraguay in tv e in streaming, Copa America 3^ giornata

Barella 6,5: Grinta, personalità e determinazione non sono più una novità. Questo ragazzo, classe 1997, è destinato a scrivere pagine importanti in Nazionale azzurra.

Chiesa 5: Nervoso e poco efficace. Vanta un’occasione, nella ripresa, con un tiro dall’interno dell’area. Poi, quasi allo scadere del match, si lascia andare ad una gomitata nei confronti di Mario Rui.

Immobile 5,5: Sciupa due clamorose chance nella prima frazione di gara. A seguire combatte e si dimena ma pesa su di lui quel digiuno di gol in azzurro che persiste dal 5 settembre 2017.

Insigne 6: Il più reattivo tra i suoi compagni di reparto. Lo “scugnizzo” partenopeo lotta e cerca costantemente la palla. Nel secondo tempo sfiora il gol. Indomito.

Lasagna 6: Entra al 74′ al posto di Immobile. Evidenzia dinamismo ma non ripete la sorprendente performance evidenziata contro la Polonia quando fornì l’assist in occasione del gol di Biraghi.

Leggi anche:  Europei, Guidolin alla GdS: "I gallesi sono gentili"

Pellegrini s.v.

Berardi s.v.

Mancini 6: Indiscutibili le scelte optate per l’undici iniziale, il Mancio, però, avrebbe dovuto effettuare molto prima le sostituzioni considerando la stanchezza evidenziata dagli azzurri per lunghi tratti della ripresa.

  •   
  •  
  •  
  •