Nations League: Roberto Mancini con il dubbio Balotelli. Ancora escluso Politano?

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Mario Balotelli – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Balotelli si, Balotelli no, è questo l’eterno dubbio di Roberto Mancini per la sfida nella Nations League contro il Portogallo, incontro cruciale per il primo posto nel girone dove il tecnico azzurro ha la forte tentazione di riproporre il tridente che ha spazzato via senza troppi problemi la Polonia, richiamando in causa due illustri esclusi, ovvero Belotti, che col Torino di Mazzarri sembra rinato, e soprattutto il suo pupillo Balotelli, che dopo aver ripreso regolarmente a giocare nel campionato francese è atteso al gran rientro, si spera con gol, in campionato.

Il nodo Balotelli sarà comunque sciolto da Roberto Mancini nella giornata di venerdì, quando diramerà le convocazioni ufficiali per il big match contro la squadra lusitana a Milano il 17 novembre e per l’amichevole contro gli Stati Uniti a Genk in Belgio il 20 novembre. Contro gli USA sarà possibile vedere qualche giovane che il tecnico di Jesi prenderà in prestito dalle giovanili di Luigi Di Biagio, ma per il momento esaminiamo ruolo per ruolo.

Leggi anche:  Italia-Svizzera vista da un tifoso

Per quanto riguarda il portiere, quasi sicuramente il titolare sarà Donnarumma, con i vari Perin, Cragno e Sirigu che si siederanno comodamente in panchina.

In difesa potrebbero esserci delle novità vista l’indisponibilità di Conti, Spinazzola e Caldara. Sicuramente convocati gli juventini Bonucci, e Chiellini, assieme al milanista Romagnoli, due dei quali giocheranno sicuramente al centro della difesa. Panchina per  l’atalantino Mancini e Izzo. Il problema saranno un po’ le fasce, dove rientrerà presumibilmente De Sciglio, ed è sotto osservazione il monegasco Barreca, con naturalmente i soliti Florenzi, D’Ambrosio, Biraghi, Criscito, con i primi due quasi sicuramente titolari.

A centrocampo confermatissimo il duo Verratti-Jorginho, che giocheranno quasi sicuramente con il cagliaritano Barella e con un Pellegrini pronto a entrare visto le belle prestazioni con la Roma. In aria di convocazione il baby Tonali, in forza al Brescia, e i centrocampisti Baselli e Benassi, uno dei due dovrebbe rientrare nella lista di Mancini. Per la panchina confermato anche l’interista Gagliardini, che si è dimostrato adattissimo a giocare il 4-3-3 e a coprire il ruolo di mezz’ala segnando anche due reti nell’ultimo incontro disputato dai nerazzurri.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

In attacco, il nodo gira attorno a Mario Balotelli, che è il vero cruccio di Roberto Mancini, in quanto fin dal suo esordio in nazionale il tecnico marchigiano aveva deciso di puntare sul suo pupillo, ma effettivamente attaccanti come Immobile, Pavoletti, Cutrone e Belotti si stanno dimostrando superiori all’ex attaccante del Manchester City, e questo sta causando non pochi problemi al coach. Non si parla dell’interista Politano, autore di bellissime prestazioni in campionato e in Champions, e utilissimo per il 4-3-3, ma probabilmente anche questa volta gli esterni a destra saranno Chiesa e Berardi.

Per vincere il girone servirà una netta vittoria almeno con due gol di scarto contro il Portogallo, altrimenti si dovrà sperare nella Polonia.

Nations League: probabili convocati

Portieri: Donnarumma, Perin, Sirigu, Cragno.

Difensori: Florenzi, D’Ambrosio, Biraghi, Cristito, De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Rugani, Romagnoli, Acerbi.

Leggi anche:  Bologna-Arnautovic c'è l'accordo: per la difesa uno tra Lyanco e Benatia

Centrocampisti: Jorginho, Gagliardini, Pellegrini, Verratti, Barella, Tonali, Benassi.

Attaccanti: Chiesa, Berardi, Insigne, Belotti, Immobile, Lasagna, Cutrone, Bernardeschi (Balotelli?)

  •   
  •  
  •  
  •