Pagelle Italia-Stati Uniti: Politano salva gli azzurri, Sensi testa e cuore a metà campo

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Italia – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

L’Italia chiude il suo 2018 con un successo, in amichevole, per 1-0 contro gli Stati Uniti. A decidere il match della “Luminus Arena” di Genk un gol di Politano al 94′. Segnali incoraggianti sono giunti dalla difesa, alla sua terza gara senza subire reti, mentre permangono le difficoltà del reparto avanzato nel concretizzare al meglio le numerose occasioni create. La Nazionale del Mancio, che sino ad ora ha collezionato tre vittorie, quattro pareggi e due ko, tornerà all’opera nel prossimo mese di marzo quando avranno il via le gare per le qualificazioni all’Europeo del 2020. In attesa di ciò, intanto, ecco i voti attribuiti ai calciatori azzurri impegnati ieri sera contro gli USA:

Sirigu 6,5: L’estremo difensore del Torino giustifica la sua presenza in campo con un magistrale intervento su Zimmermann, dimostrando tempestività e senso della posizione.

De Sciglio 6: Il terzino bianconero non delude le aspettative. Mostra attenzione in fase difensiva e non disdegna una proiezione in avanti attraverso un tiro terminato poco distante dallo specchio della porta.

Leggi anche:  Euro 2020, la Moviola di Italia-Svizzera: ecco tutti gli episodi dubbi

Acerbi 6,5: Compatto in difesa e pungente in avanti. Palesa padronanza e sicurezza nel ruolo di centrale. Una garanzia per Mancini.

Bonucci 6,5: Un pilastro indiscutibile in difesa. Dirige il reparto con maestria ed esperienza. Sfiora il gol del vantaggio. Insostituibile.

Emerson 6: Sulla corsia di sinistra spinge costantemente. Estrae dal suo cilindro cross, alcuni dei quali fuori misura ma l’impegno profuso non è in discussione.

Barella 6: Non di certo la sua migliore gara in azzurro. Impegno e buona volontà non mancano, probabilmente il clima amichevole toglie un pò di quella fame agonistica che lo contraddistingue.

Sensi 7: Il migliore in campo per gli azzurri. Geometrie, senso della posizione, visione di gioco, sono qualità che gli appartengono. Jorginho è il titolare nelle vesti di playmaker ma il calciatore del Sassuolo è, lì, pronto a sgomitare.

Verratti 6,5: E’ un calciatore di livello internazionale e ciò lo si nota subito. Non sbaglia un passaggio, dà costantemente man forte ai suoi compagni. La Nazionale del Mancio fa fortemente leva su di lui.

Leggi anche:  Dove vedere Ucraina-Macedonia del Nord: streaming e diretta tv in chiaro RAI?

Chiesa 6: Il gioiello della Fiorentina lotta, corre, si impegna e in due occasioni va al tiro verso la porta avversaria. Esce dal campo a fine primo tempo per riposarsi un pò. Il futuro è dalla sua parte.

Lasagna 5: Getta alle ortiche tre occasioni davvero clamorose. L’impegno non si discute ma occorre un maggior killer instinct in avanti per evitare battute d’arresto, spesso immeritate.

Berardi 6,5: L’esterno d’attacco neroverde non tira mai indietro la gamba. Coraggioso, combattente, va vicino al gol. Dà sempre la sensazione di poter pungere nell’uno contro uno. Il suo è un nome da spendere in vista delle prossime gare di qualificazione per Euro 2020.

Grifo 6: Al suo debutto in maglia azzurra, l’italo-tedesco non sbaglia. Evidenzia vitalità nel ruolo di esterno avanzato e sfodera un tiro che chiama all’intervento prodigioso Horvath. Come si suol dire: “buona la prima”.

Kean 6: Il primo millennial a scendere in campo con la Nazionale maggiore non crea pericoli al portiere avversario ma si distingue per un pregevole assist a favore di Lasagna, con quest’ultimo, poi, che sciuperà l’occasione capitata sui suoi piedi. La sfrontatezza è una dote che lo sta aiutando per farsi conoscere al grande pubblico.

Leggi anche:  Dove vedere Cile-Bolivia, streaming e diretta tv in chiaro Copa America?

Gagliardini 6,5: Personalità, autorevolezza a centrocampo ma soprattutto inedite doti da uomo-assist in occasione del gol decisivo siglato da Politano. L’uomo giusto al momento giusto.

Politano 7: Entra in campo all’ 87′. In molti avranno associato il suo ingresso ad una semplice passerella, ed invece l’esterno nerazzurro taglia a fette la difesa statunitense, capitalizzando al meglio l’assist fornitogli da Gagliardini. Prima rete in azzurro per lui e l’Italia può chiudere in maniera felice il 2018.

Mancini 6,5: Dà spazio a molti volti nuovi. Fa debuttare Sensi, Grifo e Kean, lancia nella mischia Politano all’ 87′ e dichiara a fine gara di voler vincere tutte le partite che condurranno ad Euro 2020. Oltre che tecnico sagace, il Mancio si sta rivelando un valido motivatore.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: