Paul Pogba e la fobia dell’acqua, il Daily Star svela il “problema” del fuoriclasse del Manchester United

Pubblicato il autore: Jessica Zanettin Segui

Paul Pogba – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

E’ incredibile come un calciatore della portata di Paul Pogba possa avere paura di qualcosa. Imbattibile all’interno dello stadio, è uno dei calciatori più considerati a livello mondiale che fin da giovanissimo ha saputo affrontare sfide non da poco, ma il problema sembra risiedere da un’altra parte. Nessuno se lo sarebbe mai aspettato, il centrocampista del Manchester United ha confessato di avere una “fobia dell’acqua”. Una paura più che comune tra le persone, che però al momento lo turba parecchio. Ha confessato di non essere mai voluto entrare in acqua fin da piccolo, senza mai porsi il problema fino all’arrivo dei 25 anni e rendendosi conto del grave errore ha deciso di mettere la parola “fine” a questa storia.

A questo proposito l’ex juventino sembrerebbe particolarmente intenzionato ad affrontare il problema di petto e l’occasione perfetta si presenta con un periodo di pausa dalle partite in nazionale a causa di un infortunio. Il riposo quindi è solo relativo ma d’altronde è impossibile costringere un fuoriclasse del suo livello al più totale “dolce far niente”. Fonti reali rivelano che “Quando è in vacanza ogni volta che mette piede in piscina lo fa solo per rinfrescarsi e fare qualche passo. Ma non mette mai la testa sott’acqua. Ma non mette mai la testa sott’acqua. Alcuni dei suoi amici gli hanno quindi consigliato di parlarne con lo staff dello United, di prendere lezioni per superare questa sua paura. E lui li ha presi alla lettera”. Come riporta il Daily Star il francese sta cercando di vincere questa paura che lo terrorizza fin da bambino e ovviamente non sarà da solo. Lo staff della squadra inglese infatti sta cercando di fare del suo meglio per sanare questa sua lacuna impartendogli qualche lezione di nuoto, anche se il calciatore non nasconde di essere sempre molto ansioso prima di iniziare gli allenamenti.

Leggi anche:  Roma, al via l'accelerata per l'attaccante svedese

Ciò che lo manda in panico è l’acqua che gli entra negli occhi. Non riesce ad essere sicuro di sè stesso in acqua senza la visione dell’ambiente circostante ed il problema è stato risolto con l’uso di occhialini molto stretti, che toglierà non appena avrà acquistato maggior fiducia.  E’ difficile ora rimettersi in pari, le battaglie personali richiedono un grande sforzo per essere comprese ed affrontate. Ma non si perde d’animo e si pone un obiettivo: fare 10 vasche da solo entro il 2019. Un obiettivo più che ambizioso per chi non ha mai voluto affrontare l’acqua ed il noto club inglese sarà ben felice di aiutarlo in questa sua impresa. Non è poi vero che i grandi obiettivi si raggiungono solo attraverso un grande impegno? Siamo dunque certi che il nostro centrocampista riuscirà a portare a casa anche questa vittoria. Non dal rettangolo verde, stavolta dal rettangolo azzurro! La notizia comunque non pregiudica in nessun modo il suo essere fuoriclasse all’interno del campo da calcio visto che i vigili occhi di importanti squadre come Barcellona e Juventus sono da un pezzo puntati su di lui. Chissà, in futuro magari prossimo non si potrà escludere il fatto di vederlo indossare di nuovo la maglia bianconera o la maglia rosso-blu.

  •   
  •  
  •  
  •