Ranking FIFA, l’Italia guadagna una posizione: ora è 18esima. Belgio ancora in testa

Pubblicato il autore: Domenico Di Gennaro Segui

Italia – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il ranking FIFA comincia a sorridere all’Italia e al nuovo corso intrapreso da Mancini. Le vittorie contro la Polonia in Nations League e contro gli USA in amichevole fanno guadagnare alla Nazionale azzurra una posizione a scapito del Galles, portandoci al 18esimo posto con 1539 punti. Un piccolo passo che, però, certifica il progressivo miglioramento della squadra allenata dal ct Roberto Mancini e l’uscita da quella crisi tecnica che aveva gettato nello sconforto l’intero movimento calcistico italiano. L’obiettivo a lungo termine sarà senz’altro quello di ritornare nella top ten, tra le nazionali più forti del pianeta, posto che ci compete sia per prestigio che per tradizione calcistica. Per quanto riguarda le altre nazionali, il Belgio si conferma al primo posto, nonostante la brutta sconfitta patita in Svizzera, con 1727 punti, davanti ai campioni del mondo della Francia, secondi soltanto per un punto. Chiude il podio il Brasile, terza forza del ranking FIFA con 1676 punti. Seguono la Croazia al 4° posto e l’Inghilterra al 5°. Chi guadagna una posizione tra le prime dieci è il Portogallo, che scavalca in sesta piazza l’Uruguay. Tra le altre big la Spagna è nona, l’Argentina solo 11esima (anche se è salita di classifica), mentre la Germania perde due posizioni e ora si ritrova al 16° posto dopo la retrocessione subìta in Nations League. Chi fa il balzo più importante tra le prime 20 è la Svezia, che registra un importante +3 portandosi dal 17° al 14° posto, subito davanti alla sorprendente Olanda di Koeman, anch’essa sopra di una posizione rispetto alla precedente classifica. Ecco di seguito la classifica completa del ranking FIFA.

RANKING FIFA, CLASSIFICA MONDIALE (TOP 20)
1. Belgio 1727 (=)
2. Francia 1726 (=)
3. Brasile 1676 (=)
4. Croazia 1634 (=)
5. Inghilterra 1631 (=)
6. Portogallo 1614 (+1)
7. Uruguay 1609 (-1)
8. Svizzera 1599 (=)
9. Spagna 1591 (=)
10. Danimarca 1589 (=)
11. Argentina 1582 (+1)
12. Colombia 1575 (-1)
13. Cile 1565 (=)
14. Svezia 1560 (+3)
15. Olanda 1560 (+1)
16. Germania 1558 (-2)
17. Messico 1540 (-1)
18. ITALIA 1539 (+1)
19. Galles 1525 (-1)
20. Polonia 1518 (+1)

 

  •   
  •  
  •  
  •