Ronaldinho in bancarotta? Sul suo conto ci sarebbero solo sei euro

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

In queste ultime ore in Brasile è uscita la notizia clamorosa che Ronaldinho, l’ex giocatore e vincitore del Pallone d’Oro del 2005  sia al verde, tanto che sul suo conto bancario ci sarebbero solo sei euro (24,63 reias).
A leggerla così nessuno ci crederebbe perchè la prima domanda da porsi è come può un giocatore del suo calibro, professionista per più di quindici anni (Barcellona, Psg, Milan e Flamengo su tutte), nazionale brasiliano, aver sperperato tutto quello guadagnato con i suoi stipendi da top player?

Vediamo in sintesi quello che è successo: pochi giorni fa il tribunale di Giustizia del Rio Grande do Sul aveva disposto il sequestro dei passaporti per Ronaldinho e il fratello Assis per non aver pagato una multa del 2015 relativa alla costruzione di una piattaforma di pesca abusiva a Porto Alegre. La cifra con il passare degli anni sarebbe salita fino alla bellezza di due milioni di euro, a causa degli interessi maturati e stando a quanto riportato dal sito web brasiliano  UOL Esporte, nei giorni scorsi lo stato , per saldare il conto mai pagato, sarebbe si è adoperato entrando sul conto bancario dell’ex giocatore trovando però la modica cifra di sei euro.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Ora la domanda che si fanno in molti è che se Ronaldinho è effettivamente in bancarotta o tiene i soldi da qualche altra parte considerando che nelle ultime settimane è stato in Asia, Africa ed Europa per impegni pubblicitarie, molto probabilmente ben retribuite, senza contare che la Nike, il suo storico sponsor, ha lanciato una nuova linea di scarpe chiamata “R10” ed ogni qual volta scende in campo con le Legends del Barcellona intasca la bellezza di 150 mila euro.
Per di più il prossimo 17 novembre a Francoforte sarà giocata una partita amichevole chiamata “Amici di Ronaldinho”, il problema è capire come può l’ex nazionale brasiliano andare in Germania visto il divieto di lasciare il paese.
Ne sapremo sicuramente di più nei prossimi giorni.

  •   
  •  
  •  
  •