Serie C, Pisa-Entella. Comunicato dei toscani contro la Lega: “Possibile partita senza significato”

Pubblicato il autore: Luigi Circiello Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

La gara di Serie C prevista per domani 4 novembre, tra Virtus Entella e Pisa, rischia di valere in termini di risultato, ben poco. E’ di queste ore, infatti, la lettera che il Vice Presidente Vicario della Lega Italiana Calcio Professionistico Mauro Grimaldi ha inviato al Presidente della Virtus Entella, Antonio Gozzi che chiedeva di posticipare la sfida, nella quale alle ultime riga si precisa che “la gara di campionato prevista per il prossimo 4 Novembre non pregiudica l’eventuale riammissione della Virtus Entella al campionato di Serie B“: righe che hanno fatto infuriare i dirigenti del Pisa Sporting Club, i quali hanno posto una serie di interrogativi al Vice Presidente Vicario, sia sulla legittimità di queste parole sia soprattutto circa l’utilità della gare di domani visto che, a prescindere dal risultato, nulla preclude la riammissione della Virtus Entella in Serie B.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Si legge, infatti, nella nota della società toscana: “caro Vice Presidente, qualora la società Virtus Entella venga riammessa, che ne sarà del risultato che maturerà sul campo? Che ne sarà dei costi di trasferta sostenuti? Che ne sarà di eventuali infortuni e/o squalifiche conseguenti la partita?”  – in conclusione, continua la nota: “le ribadiamo con forza la necessità di una decisione uniforme nel rispetto di tutti. Questo campionato deve avere solo protagonisti, non protagonisti e comparse“.

In difficoltà, dinnanzi a questa scelta, anche il presidente dei liguri Antonio Gozzi, il quale ha ribadito che: “Dobbiamo convogliare la rabbia in energia positiva e scendere tutti i campo accanto a mister Boscaglia e ai ragazzi“.

  •   
  •  
  •  
  •