Vincenzo Grifo: l’italiano di Germania si veste d’azzurro .

Pubblicato il autore: Mattia Di Battista Segui

Italia – Foto Getty Images© scelta per SuperNews

Vincenzo Grifo è una delle novità più interessanti tra i convocati in Nazionale dal CT Roberto Mancini in vista dell’ultima gara di Nations League sabato contro il Portogallo a Milano e dell’amichevole  di martedì sera contro gli Stati Uniti a Genk in Belgio. Ma scopriamo meglio chi è Vincenzo Grifo.

LE ORIGINI. Nato a Pforzheim (Germania) il 7 aprile 1993 da madre leccese e padre siciliano della provincia di Agrigento, Grifo è uno dei tanti figli di italiani immigrati per lavoro, quelli che in Germania vengono chiamati Gastarbeiter (ovvero “lavoratori ospiti”) ed è un trequartista che può essere impiegato anche come esterno destro o sinistro.  Dopo aver iniziato a tirare i primi calci ad un pallone nel Germania Brötzingen (squadra della sua città natale), nel 2011 viene prelevato dal Karlsruhe dove completa la trafila del settore giovanile per poi essere preso a parametro zero dall’Hoffenheim, entrando in pianta stabile nella seconda squadra.

Leggi anche:  Sky o Rai 1? Dove vedere Italia Svizzera Euro2020 in tv e in streaming

LE PRIME ESPERIENZE. Nei primi due anni della sua esperienza con l’Hoffenheim colleziona 12 presenze nella Bundesliga (la maggior parte da subentrato), mentre nella Regionalliga con la seconda squadra gioca 21 partite segnando anche 9 gol. Dopo due stagioni in prestito, prima alla Dinamo Dresda e poi al Francoforte, nel giugno del 2015 viene ceduto al Friburgo. Proprio nel Friburgo Grifo si mette in mostra, segnando 14 reti e contribuendo alla promozione del club in Bundesliga nella stagione 2015-2016, confermandosi a buoni livelli anche nel massimo campionato tedesco, con nove reti segnate nella stagione successiva. In totale con la maglia del Friburgo collezionerà 60 presenze in due anni, condite da 20 reti.

Dopo una breve parentesi con il Borussia Mönchengladbach, torna all’Hoffenheim, anche se finora non ha trovato molto spazio.

Leggi anche:  Euro2020, ecco dove si giocherà la finale della competizione: data e luogo dell'atto conclusivo

L’ITALIA E LA NAZIONALE. Come dichiarato ieri ai microfoni di Sky Sport, Vincenzo Grifo è molto fiero delle sue origini italiane e si sente «italiano al 100%», tant’è che possiede solo il passaporto italiano e, con i suoi genitori parla italiano. Proprio per la sua italianità ha scelto la maglia azzurra, cominciando la sua trafila nel 2013 con l’under 20 guidata da Alberico Evani, proseguendo poi con l’under 21 di Luigi Di Biagio.

Tuttavia, la prima convocazione con la Nazionale maggiore è stata una sorpresa, come confermato ieri dallo stesso Grifo: «L’ho saputo da Alberico Evani, il mio allenatore nella Nazionale under 20. Per me è un sogno essere qui , sono tanti anni che aspetto questa chiamata».

CURIOSITÀ. Fidanzato con una ragazza di origini siciliane, Vincenzo Grifo ha anche confessato che il suo idolo calcistico è sempre stato Roberto Baggio, di cui possiede anche una maglia regalatagli dal nonno quando Vincenzo era piccolo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: