Bologna l’ad Fenucci: “Andiamo avanti con Inzaghi, ma la squadra andrà in ritiro fino alla trasferta di Empoli”

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui

Ieri  dopo  la sconfitta del Bologna per 4-1 sulla Sampdoria ha parlato l’amministratore delegato Claudio Fenucci facendo un breve punto della situazione:

“Nessuno era in discussione, andiamo avanti con Inzaghi ma la squadra andrà in ritiro fino alla trasferta di Empoli. Sono amareggiato e arrabbiato, ho una lunga esperienza nel calcio e stasera ho visto un atteggiamento sbagliato nonostante un buon avvio. Oggi era molto importante fare risultato ma abbiamo subito due goal assurdi non si possono commettere questi errori a certi livelli e i giocatori questo lo devono capire. Capisco la pressione ma oggi sono stati errori gravi.”

Sul mercato di gennaio: ” In questo momento pensare al mercato di riparazione è prematuro. Dobbiamo ragionare di domenica in domenica e ora pensiamo all’Empoli. Inanzitutto ddobbiamo arrivare alla vigilia del mercato con più punti possibili, abbiamo le risorse per rinforzare la squadra. Il mercato di gennaio si crea sulle opportunità che si presentano, ora è difficile pianificare ma bisogna anche vedere cosa fanno le altre società. Mancano 6 partite al 30 dicembre, questa rosa deve crescere perchè ne ha le potenzialità.

Sul rendimento generale: ” Quando prendi questi due goal si può e si deve far meglio e in queste situazioni l’allenatore c’entra poco. Ho parlato con lui ed era molto dispiaciuto ma sono sicuro che sta trovando la ricetta per tirarci fuori da questa situazione molto complicata. Sono dispiaciuto per i tifosi non pensavamo che la squadra incontrasse queste difficoltà ma c’è tutto il tempo per recuperare e fare meglio sia con i giocatori che abbiamo sia quelli che arriveranno a gennaio.”

Una chiosa finale su Inzaghi: ” Sapevamo che era alla seconda esperienza in serie A era uno dei rischi preventivati. Quando ero a Lecce alla fine del girone d’andata eravamo ultimi poi ci salvammo e alla guida c’era Delio Rossi. Non sempre i risultati riflettono la qualità della squadra. Se il Bologna è così debole lo vedremo a fine campionato per ora siamo in corsa con le altre.”

Infine su Bigon: “Noi valutiamo le cose con serenità. Riccardo è il nostro ds e farà il mercato di riparazione, il suo contratto scade a giugno e non a gennaio. Ci sono tante società che hanno allenatore e ds in scadenza, ma si può sempre rinnovare per cui lavoriamo in prospettiva”.

Parole significative ma di monito dell’ad Fenucci che ha sottolineato il momento non facile della squadra dopo la rovinosa caduta di Genova sponda Sampdoria. Inzaghi per ora è confermato almeno fino alla conclusione del girone d’andata a meno di un altro scivolone a Empoli che porterebbe la società a rivedere i propri piani fatti in estate. Nel frattempo squadra in campo in vista della partita di Coppa Italia contro il Crotone.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Euro 2020, cresce l'entusiasmo intorno all'Italia di Mancini