Milan, Gattuso: “Il Parma è una squadra di tutto rispetto, non sarà facile”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui

Gennaro Gattuso arriva in conferenza stampa della partita contro il Parma, prevista domani a San Siro. Una sfida  non facile quella contro gli emiliani, sempre ben organizzati e, soprattutto più in forma fisica e mentale, visto che i rossoneri hanno giocato giovedì in Europa League.

A Milanello, è stato ultimato l’allenamento pre-match e tutto sembra pronto per domani alle 12.30. Diramata anche la lista dei 22 convocati dal tecnico calabrese:

PORTIERI: Donnarumma A., Donnarumma G., Reina
DIFENSORI: Abate, Calabria, Conti, Laxalt, Rodriguez, Simic, Zapata
CENTROCAMPISTI: Bakayoko, Bertolacci, Brescianini, Kessie, Mauri, Montolivo
ATTACCANTI: Borini, Calhanoglu, Castillejo, Cutrone, Halilovic, Suso.

Gattuso parla degli avversari ai microfoni di Milan Tv: “Bisogna rispettare l’avversario e capire bene le qualità che hanno. Loro giocano su 38 metri e quando ripartono fanno paura. Difendono bene e quando ripartono vanno subito in avanti, ribaltando l’azione velocemente. Bisogna fare i complimenti al Parma, hanno costruito davvero una squadra con giocatori funzionali. Attenzione allora alla velocità e alla loro organizzazione. Quando abbiamo la palla dobbiamo farla girare e correre molto creando occasioni. Ci sarà da battagliare per 95 minuti, da vera squadra”. Ha le idee chiare l’allenatore rossonero, che ha qualche parola anche per i tifosi, sempre presenti e numerosi a San Siro. Non a caso, giovedì, per la sfida di EL lo stadio era colmo di sostenitori, a quanto pare sarà lo stesso contro il Parma: “Sono previsti 60 mila tifosi, per noi deve essere orgoglio e una spinta in più. I tifosi stanno apprezzando il lavoro della squadra e della società. Non sono contrario all’orario, 12,30, magari in un altro orario veniva meno gente. Ho criticato l’orario solo per il recupero dei miei giocatori, perché abbiamo giocato giovedì, senza voler offendere nessuno”.

Qualche domanda anche sulle tante voci di mercato che girano nelle ultime ore,  Gattuso dice: Fabregas mi piacerebbe, come tutti i grandi giocatori, ma al momento non c’è nulla di concreto. Così come anche per Paquetà, queste sono domande che dovete rivolgere a Maldini e Leonardo”.  

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter, niente paura per Lukaku, l'attaccante allontana il City