River Plate – Boca Juniors, Gallardo tuona: “Vergogna assoluta la finale a Madrid”

Pubblicato il autore: Mattia Di Battista Segui

https://gianlucadimarzio.com/it/copa-libertadores-finale-river-plate-parla-marcelo-gallardo

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

River Plate – Boca Juniors, il Superclásico di Buenos Aires valido per la finale di ritorno della Copa Libertadores, continua a far discutere.
Dopo il clamoroso rinvio della partita, che era in programma lo scorso 24 novembre allo stadio “Monumental” di Buenos Aires, a causa dei disordini scoppiati all’esterno dello stadio e che hanno coinvolto anche il pullman che trasportava i giocatori del Boca, la CONMENBOL (federazione calcistica del Sud America organizzatrice della competizione) aveva deciso nei giorni scorsi di disputare la gara il 9 dicembre sul campo neutro del “Santiago Bernabeu” di Madrid.

Una decisione che, però, non ha spento le polemiche dopo i fatti incresciosi che hanno portato al rinvio della gara lo scorso 24 novembre. Infatti, la decisione del massimo organo calcistico sudamericano di disputare River Plate – Boca Juniors oltre oceano è arrivata dopo polemiche veementi tra le due squadre. Da un lato, il River che premeva affinché la partita si disputasse nel proprio stadio, mentre dall’altra parte il Boca Juniors chiedeva addirittura la vittoria a tavolino, visto che gli incidenti erano stati causati dai tifosi del River e avevano coinvolto seriamente la squadra del Boca, con alcuni giocatori rimasti feriti.

Leggi anche:  Roma, al via l'accelerata per l'attaccante svedese

Nonostante la decisione sia stata ormai presa, le polemiche riguardanti la sentitissima sfida di Copa Libertadores River Plate – Boca Juniors non si sono placate. Ad aggiungersi al coro di polemiche è stato l’allenatore del River Marcelo Gallardo, il quale ha dichiarato: «In questi giorni ci hanno rubato tante cose, compreso la possibilità di giocare di giocare in casa nostra. La finale di Copa Libertadores si disputerà a 10 mila chilometri di distanza dall’Argentina, ma è un trofeo sudamericano. Un giorno guarderemo indietro a tutto quello che è successo e lo considereremo per quello che è: Una vergogna assoluta!».

Parole, quelle dell’allenatore dei Millionarios, che rappresentano il pensiero di molti tifosi del River Plate e di tanti sportivi che aspettavano questa partita come una festa. Una festa che invece si è trasformata in una vergogna per due squadre e due tifoserie come River Plate e Boca Juniors, ma soprattutto un’occasione persa per un Paese come l’Argentina, alle prese con tante problematiche sociali che si sono palesate anche in quella che dovrebbe essere una banale partita di calcio.

Leggi anche:  Serie D, Lavello Taranto 2-3: i rossoblù conquistano la promozione in Serie C

Intanto, River Plate – Boca Juniors si giocherà il 9 dicembre (salvo ulteriori colpi di scena) allo stadio “Santiago Bernabeu” di Madrid. Ai tifosi del River (che in teoria giocherebbe in casa) sono stati assegnati solo 5.000 tagliandi a fronte degli 8. 000 posti disponibili. Una trasferta impossibile per tanti argentini per via dei costi del biglietto e del viaggio per Madrid. Una trasferta impossibile, per una partita irripetibile, sulla quale manca solo il verdetto finale del campo.

 

  •   
  •  
  •  
  •