Serie B: il Lecce vince a Carpi in ricordo di Lorusso e Pezzella

Pubblicato il autore: Marco Perrone Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Tre punti conquistati in trasferta, porta inviolata e secondo posto in classifica per il Lecce di Fabio Liverani che batte il Carpi al Cabassi con un gol di La Mantia al 35esimo minuto del primo tempo.
Il momento più intenso della partita arriva al minuto 35 con lo spettacolo prima sugli spalti e poi in campo. Quando sul cronometro scocca il 35esimo dal nutritissimo settore ospiti, che ha raccolto i tifosi salentini, sono stati intonati dei cori in ricordo delle due bandiere del Lecce Michele Pezzella e Ciro Lorusso che il 2 dicembre di 35 anni fa rimasero vittima di un incidente stradale. Assieme ai cori un commovente striscione esposto dagli ultras del Lecce: “Ciro e Michele, patrimonio di questa città”.

Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?

Gli spettatori del Cabassi fanno appena in tempo a immortalare lo spettacolo sugli spalti che di lì a poco l’attenzione si è spostata sul campo. Cross a rientrare di Filippo Falco in area di rigore, stacco di testa di Marco Armellino che prolunga il pallone verso il secondo palo dove Andrea La Mantia si fa trovare prontissimo nel concludere a rete per coronare un minuto da sogno, da forti emozioni per tutta la tifoseria del Lecce.
I giallorossi gestiscono il vantaggio senza troppi affanni e si rendono pericolosi al termine della prima frazione con le incursioni di Falco e la tecnica di Mancosu. Nella ripresa scende in campo un Carpi più tonico e motivato che si crea subito pericoloso con un paio di occasioni di rilievo con Concas che le spreca malamente. Nella seconda parte della ripresa il Lecce riprende le redini del gioco puntando ad addormentare la partita. Il Carpi non intensifica la sua azione offensiva e si rende pericoloso solo nei minuti finali ancora con Concas che colpisce di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma senza centrare la porta. Dopo tre minuti di recupero il signor Guccini sancisce con il triplice fischio la fine delle ostilità dando il via alla festa giallorossa in terra emiliana. Anche il tabù Cabassi è stato sfatato dai salentini che inanellano il terzo successo consecutivo in campionato salendo in seconda posizione in classifica a un punto di distanza dal Palermo. A questo punto sognare di ritornare tra le grandi del campionato cadetto mettendosi in gioco per il sogno della promozione in Serie A non è più un’utopia.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: