Juventus-Milan: tutti i successi delle due squadre nella Supercoppa italiana

Pubblicato il autore: Andrea Riva


Oggi pomeriggio alle 18.30 (ora italiana) a Gedda, in Arabia Saudita, Juventus e Milan scenderanno in campo per trentunesima edizione della Supercoppa Italiana, manifestazione che hanno vinto entrambe per sette volte e dunque chi staserà alzerà il trofeo si porterà in vantaggio nell’albo d’oro della competizione nazionale.
Nonostante le quattordici vittorie complessive, bianconeri e rossoneri si sono sfidate solamente due volte, ma andiamo a vedere nel dettaglio tutte le vittorie delle due squadre.

Per quanto riguarda i bianconeri la prima vittoria è datata 17 gennaio 1996 quando al Delle Alpi di Torino un gol di Gianluca Vialli bastò per battere il Parma per 1-0; il bis il 23 agosto 1997 sempre davanti ai propri tifosi, dove una doppietta di Filippo Inzaghi e rete di Antonio Conte abbatterono il Vicenza, grande protagonista la stagione precedente con la vittoria della Coppa Italia; il tris cinque anni dopo quando il 25 agosto 2002 a Tripoli, in Libia, ci fu un nuovo successo sul Parma con doppietta di Alessandro Del Piero che rese vano il momentaneo pareggio di Marco Di Vaio che curiosamente pochi giorni dopo fu acquistato proprio dalla Juventus.
Il poker la stagione successiva, questa volta negli Stati Uniti dove al Giants Stadium di East Rutherford (New Jersey), a cadere fu proprio il Milan, questa volta ai calci di rigore (decisivo l’errore di Cristian Brocchi) dopo il pareggio per 1-1 dopo i 120 minuti di gioco con gol nel tempo di recupero del primo tempo supplementare di Pirlo su rigore per i rossoneri e subito dopo di Trezeguet per i bianconeri.

Leggi anche:  Salernitana-Verdi, era tutto fatto, ma poi? Ecco cosa è successo, addirittura c'è un reclamo

Per aspettare il quinto trionfo, i tifosi juventini hanno dovuto attendere nove anni quando a Pechino l’11 agosto 2012 il Napoli fu sconfitto per 4-2 dopo i tempi supplementari in un match dalle mille emozioni: i partenopei chiusero il primo tempo in vantaggio per 2-1 con reti di Edinson Cavani e Goran Pandev, inframezzati dal pareggio di Kwadwo Asamoah, nelle ripresa nuovo pareggio bianconero con un rigore di Arturo Vidal e poi nell’extra time, prima un autogol di Christian Maggio e una rete di Mirko Vucinic fissarono il punteggio per 4-2.
Senza storia la sesta affermazione dei piemontesi che la stagione seguente all’Olimpico di Roma il 18 agosto 2013, asfaltarono la Lazio con un 4-0 senza storia grazie alle marcature di Paul Pogba nel primo tempo e Giorgio Chiellini, Stephan Lichtsteiner e Carlos Tevez nella ripresa.
L’ultima affermazione in Supercoppa è datata 8 agosto 2015, sempre contro la Lazio ma questa volta a Shangai, con un secco 2-0 con gol entrambi realizzati nel secondo tempo da Mario Mandzukic (oggi indisponibile per infortunio) e Paul Dybala.

Leggi anche:  Serie C, dove vedere Piacenza-Sangiuliano City: diretta TV e streaming live

Invece il Milan è stata la prima squadra ad alzare questo trofeo nell’edizione inaugurale il 14 giugno 1989, data che fu messa alla fine della stagione a causa della concomitanza con i Giochi Olimpici di Seul del settembre 1988; in quel giorno di quasi trenta anni fa i rossoneri allo stadio Meazza di Milano ebbero la meglio della Sampdoria per 3-1 con gol di Gianluca Vialli, che permise alla Sampdoria di passare momentaneamente in vantaggio, poi pareggiata e superata dalle reti Frank Rijkard, Graziano Mannari (talento mai sbocciato) e Marco Van Basten su calcio di rigore. Il grande Milan di quegli riuscì nell’impresa di vincere per tre volte consecutiva la manifestazione: il 30 agosto 1992 sempre davanti ai propri tifosi sconfiggendo il Parma per 2-1 grazie alle segnature di Marco Van Basten e Daniele Massaro, mentre a nulla servì il pareggio emiliano di Alessandro Melli; il 21 agosto 1993 al Kennedy Memorial Stadium di Washington quando una rete ad iniziò match di Marco Simone bastò per sconfiggere il Torino ed infine il 28 agosto 1994, questa volta sempre al Meazza nuovamente contro la Sampdoria, grazie ai lotteria dei calci di rigore che furono tirati dopo il pareggio per 1-1 con reti di Sinisa Mihajlovic e Ruud Gullit; l’ex Alberico Evani e proprio Mihajlovic sbagliarono dischetto per i blucerchiati, condannandoli alla sconfitta.

Leggi anche:  Milan: Giroud ha detto no alla Premier, era a un passo dal tornarci

Il quinto trionfo invece dieci anni dopo, quando il 21 agosto 2004 sempre al Meazza ci fu un 3-0 comodo alla Lazio, che si era salvata poche settimane prima dal fallimento; le tre reti furono tutte quante realizzate dall’ucraino Andrij Shevchenko idolo dei tifosi rossoneri di quegli anni. L’affermazione seguente è stata contro l’Inter nel derby, che però fu giocato a Pechino il 6 agosto 2011; in quell’occasione in nerazzurri passarono in vantaggio con Wesley Sneijder, ma i rossoneri riuscirono a recuperare nella ripresa grazie a Zlatan Ibrahimovic e Kevin-Prince Boateng.
Ultima affermazione nella Supercoppa è stata proprio contro la Juventus il 23 dicembre 2016 nel match giocato allo stadio Jassim Bin Hamad Stadium di Doha, dove i 120 minuti di gioco erano finiti in parità (1-1) con reti entrambe nel primo tempo di Giorgio Chiellini e Giacomo Bonaventura, ma questa volta a differenza dell’edizione del 2003, i rossoneri sono stati più precisi dal dischetto con il solo errore di Gianluca Lapadula a fronte di due sbagli dei bianconeri di Mario Mandzukic e Paul Dybala.

Oggi pomeriggio terza finale tra le due squadre, chi alzerà il trofeo, Cristiano Ronaldo o l’ex Gonzalo Higuain?

  •   
  •  
  •  
  •