Batistuta e l’amore viola: “Al Real mi sarei annoiato. Ecco perché sono un vincente”

Pubblicato il autore: Gabriele Ripandelli Segui

Record e gol, ma pochi trofei. Questa è stata la carriera di Batistuta, un giocatore che ha indossato la maglia della propria squadra con grande orgoglio e oggi continua a non avere rimpianti per le sue scelte. Record di gol in partite consecutive, eguagliato da Quagliarella, più di 240 gol in serie A, una Coppa Italia vinta con la Fiorentina ed uno scudetto con la maglia della Roma.

Batigol ha parlato in un’intervista rilasciata per l’America Business Forum: “Quando ero alla Fiorentina mi hanno contatto squadre come il Real, Manchester United e Milan, ma io ho sempre preferito la tranquillità di Firenze. Se fossi andato al Real? Sicuramente avrei vinto tantissimo, avrei fatto anche più di 200 gol ma mi sarei annoiato, e penso lo stesso del Milan“. Batistuta ha poi ribadito il suo amore per la maglia della Fiorentina: “Mi sento un vincente anche se non ho vinto quasi nulla. Lo sono perché ho fatto in modo che la Fiorentina lottasse con le squadre più potenti“.

Leggi anche:  Sky o Dazn? Dove vedere Bologna Milan in diretta tv e streaming

Batistuta e il ruolo di leader

Batistuta si sofferma poi anche sul ruolo del leader all’interno di una squadra: “Non mi è mai piaciuto esserlo. Quando sei il leader sei il più grande responsabile non solo nelle vittorie, ma anche nelle sconfitte. Il calciatore viene trattato come un prodotto

  •   
  •  
  •  
  •