Chelsea, caso Sarri-Kepa: maxi multa per il portiere spagnolo

Pubblicato il autore: SimonaLucia93 Segui


Un periodo alquanto difficile quello che attualmente sta affrontando il Chelsea. Dopo la notizia di un possibile esonero dell’allenatore Maurizio Sarri o di una sua sostituzione, uno spiacevole episodio si è verificato domenica sera, in occasione dell’incontro Chelsea-Manchester City. Nella finale di Coppa inglese, il portiere spagnolo, Kepa Arrizabalaga, si è rifiutato di dare il cambio al suo compagno di squadra, Caballero.

Il rifiuto di Kepa

Domenica sera, nel corso dei supplementari dell’incontro Chelsea – Manchester City, il portiere dei Blues ha avuto bisogno dell’intervento dei sanitari, in seguito a dei crampi. A quel punto, seppur mancasse una manciata di minuti alla fine, Sarri ha deciso di sostituire Kepa con Willy Caballero. Purtroppo, però, il portiere spagnolo non ha collaborato e non è stato d’accordo con la decisione presa dall’allenatore. Un gesto bizzarro nella storia del calcio. Mai nessun giocatore si era permesso di andare contro, in questo modo, al proprio allenatore che decide di sostituirlo. Difatti, Kepa ha iniziato a gesticolare in campo per far ben capire a Caballero di restare in panchina.

Leggi anche:  Thiago Motta dopo la sconfitta contro la Samp: "Pensiamo già alla prossima partita. Nzola sta tornando in condizione"

Dopo il gesto compiuto dal portiere del Chelsea, Sarri era molto nervoso e arrabbiato per il rifiuto ricevuto. Successivamente, però, le acque si sono calmate e l’allenatore dei Blues ha dichiarato di aver ben chiarito con Kepa. Inoltre, il calciatore si è ben scusato con tutta la squadra per aver creato dei problemi. La decisione finale spetta alla società che dovrà capire se prendere dei provvedimenti per il comportamento, poco adeguato, del portiere, anche se per Sarri la questione risulta chiusa.

Provvedimento per il rifiuto di Kepa

Seppur Maurizio Sarri abbia deciso di metterci una pietra sopra, banalizzando il gesto del portiere spagnolo, Kepa, come un semplice atto di incomprensione, la società ha deciso comunque di prendere dei provvedimenti, multandolo con 225 mila euro. Praticamente, Kepa si ritroverà a dover lavorare una settimana gratis. Il suo stipendio di quella settimana, andrà alla fondazione del club.

Leggi anche:  Ballardini dopo la sconfitta contro il Torino: "Nel primo tempo non abbiamo concesso tanto. Su Kallon..."

D’altro canto, sembra che il giocatore abbia comunque imparato la lezione. Subito dopo l’incontro, si era già pentito del suo comportamento, chiedendo scusa all’intero club: “Ho avuto il tempo di riflettere, so di aver fatto un grosso errore nella gestione della situazione. Mi sono scusato con l’allenatore, con Willy, con i miei compagni di squadra e con il club. Ora voglio rivolgere le mie scuse ai tifosi. Imparerò da questo episodio e accetterò qualsiasi sanzione disciplinare che vorrà il club“.

Sarri perdona Kepa e parla della prestazione del club

Dopo aver accettato le scuse di Kepa, Sarri ha deciso di sorvolare sulla vicenda: “Kepa e io abbiamo parlato di quanto accaduto, è stata una chiacchierata produttiva. C’è stato un malinteso, ma si è reso conto di aver fatto un grosso errore. Si è scusato con me, i suoi compagni di squadra e il club. Ora spetta alla società decidere se sanzionare in base al regolamento interno, ma per me questa faccenda è ormai chiusa“.

Leggi anche:  Dove vedere Casertana-Audace Cerignola, streaming gratis Serie D e diretta tv Antenna Sud?

Nelle sue dichiarazioni rilasciate dopo l’incontro, ha poi deciso di sorvolare sull’episodio verificatosi in campo, per poi soffermarsi sulla prestazione ottenuta dalla sua squadra. “La prestazione della squadra, nel suo complesso, è stata estremamente positiva ed è un peccato vedere come questo incidente abbia offuscato i nostri sforzi in quella che è stata una finale di Coppa molto combattuta”.

  •   
  •  
  •  
  •