Icardi-rinnovo: e se lui volesse la Juve nel dopo Ronaldo?

Pubblicato il autore: Francesco Fiori Segui

La bomba scatenata da Fabio Paratici a La Gazzetta dello Sport: “Volevamo Icardi per scatenare un casino”, è solo l’ultimo tassello di una trama che vede Icardi e un rinnovo di contratto che diventa ogni volta esasperazione.
A pensar male si fa peccato…ma spesso ci si azzecca.

Ipotesi numero uno, Mauro Icardi stanco di un tira e molla decide di non rinnovare con l’Inter, giocare fino a scadenza e andar via a parametro zero esattamente il 1 luglio del 2021, naturalmente dove secondo voi?
Cristiano Ronaldo ha un contratto con i bianconeri fino al 30 giugno 2022 e tra le motivazioni che potrebbero indurre Icardi a cambiar aria, dimenticandosi di essere il capitano dell’Inter, potrebbe anche esserci quella di giocare almeno una stagione con CR7.
Fantamercato?
No, perché si parte dalla base che le bandiere nel calcio non esistono più da tempo e che tutti sono scambiabili in uno sport in cui il Dio denaro oggi la fa da padrone.
Ipotesi numero due, non va dimenticato che il pallino di Marotta è Paulo Dybala, uno di troppo con Icardi in bianconero, in un gioco che spiegato con la mossa di Maurito alla Juve spiegherebbe di botto i tentennamenti della sig.ra Wanda, i silenzi del numero 9 e le sirene che vedono l’attuale numero 10 bianconero sul mercato.
L’ipotesi, oggi, ripetiamo, da fantamercato, di botto annullerebbe i proclami d’amore di Icardi verso l’Inter che non hanno mai convinto pienamente i tifosi che si vedrebbero l’attuale stella con gli odiati colori dei rivali.
E il caso di Higuain-Napoli ha già fatto scuola.

Leggi anche:  Primera División argentina: il River Plate espugna in dieci il “Kempes” e vola a +7
  •   
  •  
  •  
  •