Virginia Raggi, visita a Formello. Diaconale infuriato : troppo dalla parte della Roma

Pubblicato il autore: Laurapetringa

Virginia Raggi. La sindaca, dopo le polemiche che ci sono state in prossimità dell’avvenuta inaugurazione della sede della Roma all’EUR, si presenterà in questi giorni in visita privata a Formello. Tutto questo per ricucire i rapporti sia con la tifoseria biancoceleste che con Claudio Lotito. Una visita che, dicono, fosse preparata già da metà mese. Visti i numerosi progressi dello Stadio della Roma, oltreché della nuova sede che è stata inaugurata in pompa magna proprio l’altro ieri,  si potrebbe  a questo punto parlare  in visita anche dello “Stadio delle Aquile” in progetto da da dieci anni ed oltre, e magari accelerare i tempi anche di questa ormai nota costruzione. Si sa che per quanto riguarda la posizione, Lotito vorrebbe farlo sui terreni di Lotito- Mezzaroma, ovvero tornando sulla famosa ipotesi Cittadella dello Sport, e da qui siamo già un passo avanti.  Quando nel 2016 la Lazio avrebbe voluto regalare la maglia di Ciro Immobile al figlio della Sindaca, lei rifiutò dicendo che non poteva schierarsi, togliendo così ogni dubbio sulla presa di posizione. Ma questa volta non è sembrato così, soprattutto ai biancocelesti.

Leggi anche:  Zhang rischia il carcere, chieste anche le quote dell'Inter: una speranza per giugno

Le parole di encomio durante l’inaugurazione della Sede dell’A.S. Roma

Virginia Raggi non si è mai schierata sino ad oggi, tanto che disse nel 2016  “Tifo Ternana”, per evitare problemi con le tifoserie. Ma le parole che ha pronunciato ieri, durante l’inaugurazione della sede giallorossa, hanno lasciato un pò di stupore per i tifosi biancoazzurri, tanto che Arturo Diaconale, braccio destro di Lotito, capo della comunicazione biancoceleste, si è sentito quantomeno infastidito e ha dichiarato:«Alla vigilia di un derby decisivo, mi sembra istituzionalmente improvvido il comportamento della sindaca».

L’intervento di Arturo Diaconale

Arturo Diaconale, ai microfoni di Lazio Style Channel non si risparmia a dire la sua:”Il Presidente del Consiglio ha manifestato la sua simpatia per i colori giallorossi a tale evento. Alla vigilia di un derby che si preannuncia importante, considerando che potrebbe essere decisivo per il quarto posto, e per la stagione dei due Club, mi sembra istituzionalmente improvvido il comportamento del Presidente del Consiglio e della sindaca Raggi: quest’ultima è stata invitate più volte a visitare il centro sportivo di Formello, sapendo che ha un figlio laziale. Fino ad ora non abbiamo mai avuto il piacere di incontrarla a causa dei suoi impegni. Non vorrei che quanto accaduto rispecchi, oltreché uno sgarbo nei tifosi della Lazio, che vivono nella stessa città della Sindaca e del Presidente del Consiglio, una scala gerarchica nelle istituzioni rispetto alle due squadre della Capitale”. 

Le frasi “incriminate” di Virginia Raggi e Giuseppe Conte

Dopo aver visitato magno gaudio, alla presenza di Conte e di tutti i vertici istituzionali e capitolini la nuova sede dell’EUR di Viale Tolstoj, Virginia Raggi avrebbe dichiarato “Quella che nasce come una squadra di calcio si evolve e diventa sempre qualcosa di più grande, le istituzioni sono qui per testimoniare la vicinanza a chi scommette sul progetto e riesce nei propri obiettivi”. E così il Premier Giuseppe Conte, che si dice tifosissimo della Roma, che dopo aver abbracciato Totti e tutti i vertici giallorossi, e aver ricevuto la sua maglia con su scritto Conte 12, alla domanda ” Come è nata la sua fede calcistica?“Sono un grande tifoso della Roma, una passione nata negli anni dell’università e della quale sono diventato anche un po’ maniaco. Sono però un tifoso anomalo, quando la Lazio gioca bene non sono uno che gufa… e poi quando si gioca all’estero le squadre italiane le sostengo sempre”.

 

Leggi anche:  Juventus: ecco in che modo proverà a cancellare la penalizzazione, c'è una possibilità

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: