Inverosimile in Turchia: Mansur Calar aggredisce gli avversari in campo con una lametta (VIDEO)

Pubblicato il autore: Andrea Riva

Incredibile quello che è successo in Turchia domenica scorsa quando durante una partita della terza serie tra l’Amed SK e il Sakaryaspor (terminata 1-1), il centrocampista classe ’86 della squadra di casa, Mansur Calar, si è reso protagonista di un incredibile aggressione nel rettangolo di gioco contro i suoi avversari per mezzo di una lametta di un rasoio nascosta nella mano, con la quale ha più volte graffiato gli stupiti giocatori ospiti. Tra le due squadre c’è una rivalità molto forte manifestata in maniera accesa anche nel match di andata ed è forse per questo che il giocatore turco ha avuto quest’idea veramente deprecabile.

Un gesto premeditato e testimoniato anche da alcuni video che girano in rete, in cui si vede lo stesso Mansur Calar tenere in pugno un oggetto non identificabile e nelle immagini si vede benissimo punzecchiare il fondoschiena di Ferhat Yazgan, e nel corso della gare continuare imperterrito contro altri giocatori.
Ovviamente non è stato solo il video ad incolpare il giocatore, perchè i suoi avversari finita la partita hanno postato le immagini che lo inchiodano sui canali social. Segni evidenti al collo e graffi in diverse parti del corpo: queste le condizioni testimoniate dai calciatori la termine della gara sui social network. Tutti questi episodi hanno portato alla denuncia di Mansur Calar, in attesa di ulteriori sviluppi.

Leggi anche:  Inter, Barella al top: nessuno come lui in Italia, uno dei migliori in Europa

Intanto molti tifosi rimasti indignati da questi incredibili gesti, hanno chiesto l’intervento della FIFA per squalificare il giocatore a vita.

Ecco il video dei fatti:

  •   
  •  
  •  
  •