Sampdoria, ancora Ferrero: “Oggi sono presidente, domani chi lo sa”

Pubblicato il autore: Walther Bertarini


Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, dopo l’intervista rilasciata a “Domenica In” è tornato a parlare stamattina sulla trasmissione “Radio Rai”, correggendo in parte il tiro su alcuni passaggi. Ecco le sue parole:

La Roma è la squadra che tifo da bambino, ma la mia azienda è la Sampdoria, quindi forza Sampdoria. Ora mi prendo un aereo e vado a Milano, poi a Genova. Voglio precisare una cosa: io sono presidente della Sampdoria e la Samp è nel mio cuore e nella mia testa. Sono presidente di una squadra meravigliosa, adoro i miei tifosi che sono speciali e lavoro tanto. Non voglio essere frainteso tutte le volte, sarò dislessico. Bisogna sempre stare attenti a quello che la gente si vuole sentirsi dire. Palermo la adoro, lì ho fatto il più bel film più bello della mia vita “Neri per Sempre”. Quindi non è che dico mi piace Palermo allora mi compro la squadra. Io adesso non posso comprare niente, sono presidente della Sampdoria e sono felice di rappresentare il club con la maglia più bella del mondo. La Samp è la mia vita, un domani si vedrà. Mio foglio è sampdoriano, l’ho portato allo stadio e indossa la maglia blucerchiata.”

Chiosa sulla cessione del club: ” Non è ancora arrivato ancora nulla di serio e di concreto. Quando arriverà sarò il primo a dirvelo, non voglio tenere nascosto nulla. Comunque avete molta fantasia: un giorno chiedo 200 milioni, ora 100 ed avrei fatto una telefonata a Vialli. Tanta gente, tante parole, ma qui soldi ancora non si sono visti”.

Sarà il cosiddetto gioco delle parti , ma intanto la trattativa per la cessione della società prosegue.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Juventus-Lazio: diretta TV e streaming live