Inter, Marotta conferma le voci di mercato: “Stiamo trattando con Godin”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta

L’Inter, nonostante le polemiche e le eliminazioni dalle coppe che hanno caratterizzato i mesi scorsi, con i dieci punti totalizzati nelle ultime cinque partite in Campionato (frutto di 3 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta vs Lazio), si conferma saldamente al terzo posto, portandosi a +5 dal Milan (quarto) e momentaneamente a +6 dalla Roma (quinta in attesa della partita dell’Atalanta).

I tre punti ottenuti sul campo di un coraggioso Frosinone sono fondamentali per affrontare con maggiore tranquillità le prossime due sfide casalinghe contro la Roma e la Juventus, che saranno sicuramente decisive in vista della corsa al piazzamento per la massima competizione calcistica europea. La sensazione è che se la squadra di Spalletti avesse messo quella ‘garra’ che ha mostrato in alcuni momenti della stagione e se non avesse avuto quei problemi di spogliatoio che hanno fatto tanto discutere, i nerazzurri non solo sarebbero già quasi certi del terzo posto ma si sarebbero potuti togliere alcune soddisfazioni in Italia e in Europa, dove ha giocato alla pari di squadre come Barcelona e Tottenham.

Leggi anche:  Roma, alla scoperta dell'ultimo acquisto Diego Llorente che insidierà Ibanez

Per raggiungere obbiettivi sempre più importanti ed essere maggiormente competitivi, c’è bisogno di qualche innesto di esperienza e qualità che possa dare ai nerazzurri quella spinta in più per superare i momenti di difficoltà, tra i nomi più quotati c’è certamente quello di Diego Godin. In merito al difensore dell’Atletico, parlando ai microfoni di “Radio Anch’io Sport”, è intervenuto l’Ad nerazzurro, Beppe Marotta che ha dichiarato: “La volontà della società è quella di migliorare anno dopo anno, vogliamo puntellare la rosa con calciatori che hanno la mentalità vincente . Stiamo trattando con Godin, che è uno che ha queste caratteristiche. Ripeto, la famiglia Zhang vuole far bene nonostante i paletti del fair-play finanziario”.

L’ex dirigente della Juventus ha inoltre parlato di tanti argomenti interessanti come l’operato di Luciano Spalletti, entrato nel mirino delle critiche dei tifosi nell’ultimo periodo: “Spalletti? Ha due anni di contratto e la squadra è in linea con gli obiettivi prefissati. Non è un novelliino, ha dimostrato di saper valere il suo ruolo. Conte? Le voci su di lui dipendono dal fatto che è libero ed ha un profilo vincente. E’ normale che venga accostato alle società forti”.

Leggi anche:  Tottenham, Antonio Conte verrà operato in giornata: malore e paura per l'ex di Juve e Inter

Per quanto riguarda la permanenza di Icardi, Marotta ha dichiarato: “Icardi resta all’Inter? Nel calcio non si possono fare percentuali. Il ragazzo sta facendo esperienza dal punto di vista professionale ed è una risorsa per la squadra. Ha un contratto di due anni, parliamo di uno dei migliori attaccanti in circolazione. Faremo le valutazioni al momento giusto. La volontà della società è importante, ma è fondamentale anche quella del giocatore”.
Sul tanto chiacchierato scambio Icardi-Dybala: “Il valore di Mauro è palese, anche se per adesso è involuto nel suo rendimento. Dybala è forte, anche dal punto di vista umano. Come Icardi parliamo comunque di due professionisti seri”.

L’Ad nerazzurro si è anche dichiarato convinto che il gap con la Juventus è difficilmente riducibile, almeno nel breve periodo, in quanto i bianconeri sono avanti non solo dal punto di vista dei risultati sportivi ma anche dal punto di vista economico e sono un modello da prendere come riferimento.

  •   
  •  
  •  
  •