Calcio, Serie B: grande bagarre in zona playoff e playout a due giornate dal termine

Pubblicato il autore: Andrea Riva


Ieri il 35° turno del campionato di Serie B ha sancito la promozione matematica del Brescia in Serie A dopo otto stagioni di astinenza. Un torneo nel quale gli uomini di Eugenio Corini sono sempre stato in testa, meritando ampiamente il risultato finale forte del miglior attacco con ben 67 gol in 36 partite.

Serie B, lotta secondo posto

Per quanto riguarda il secondo posto, il Lecce attualmente ha quattro punti di vantaggio sul Palermo terzo, ma i salentini nel prossimo turno osserveranno il turno di riposo. Se i siciliani dovessero perdere sul campo dell’Ascoli, la squadra pugliese festeggerebbe con una giornata di anticipo, altrimenti sarà decisiva l’ultima partita quando gli uomini di Fabio Liverani affronteranno in casa lo Spezia. I siciliani del neo allenatore Delio Rossi finiranno contro il Cittadella davanti ai propri tifosi.

Serie B, zona playoff

In zona playoff c’è grande bagarre dove ricordiamo si qualificano le squadre piazzate dal 3° all’8° posto:; detto del Palermo che quasi sicuramente finirà terzo, il Benevento ha ottime possibilità di arrivare quarto visto che con i suoi 56 punti, si trova con cinque punti di vantaggio sulla quinta, ovvero il Pescara che di punti ne ha 51. Per gli altri tre posti è grande lotta con ben cinque squadre in tre punti: Verona (che ieri ha esonerato Fabio Grosso) 49, Cremonese e Spezia 48, Cittadella e Perugia 47 con quest’ultime due, che ieri si sono incontrate in Umbria pareggiando a reti bianche, attualmente fuori dalla post season. Saranno due gli scontri diretti che vedrà impegnate sabato prossimo Cittadella-Verona e nell’ultimo turno Perugia-Cremonese, molto probabilmente decisive.

Leggi anche:  Dove vedere Milan-Juventus Primavera, streaming gratis e diretta tv in chiaro?

Di seguito il calendario delle squadre impegnate in zona playoff (in maiuscolo il match in trasferta):

Lecce 63 punti: Riposo-Spezia
Palermo 59 punti: ASCOLI-Cittadella
Benevento 56 punti: Padova-BRESCIA
Pescara 51 punti: VENEZIA-Salernitana
Verona 49: CITTADELLA-Foggia
Cremonese 48: Brescia-PERUGIA
Spezia 48: Crotone-LECCE
Cittadella 47: Verona-PALERMO
Perugia 47: FOGGIA-Cremonese

Ovviamente una tra Lecce e Palermo salirà in Serie A, chi non ce la farà andrà a fare compagnia alle altre cinque squadre meglio classificate. La terza e la quarta entreranno in gioco dalle semifinali, mentre il preliminare in partita secca, vedrà incontrarsi la quinta contro l’ottava e la sesta contro la settima.

Serie B, zona playout

Anche in zona playout le retrocessioni dirette la situazione è molto ingarbugliata soprattutto per la terza ed ultima squadra che scenderà direttamente in Serie C, perchè Carpi e Padova con 29 punti sembrano ormai condannate. Per quanto riguarda il terz’ultimo posto in questo momento Foggia e Venezia si dividono la posizione con 34 punti con i pugliesi però quart’ultimi grazie agli scontri diretti (4-2 in trasferta e 1-1 in casa), un punto solamente più avanti si trova il Livorno che ieri espugnando il Bentegodi di Verona ha fatto un grande passo in avanti. Se il campionato finisse oggi lo spareggio playout sarebbe Foggia-Livorno, con il Venezia retrocesso. In realtà anche il Crotone con 40 punti e soprattutto la Salernitana con 38 non stanno ancora tranquille soprattutto i campani che in queste ultime giornata sembrano in una crisi senza fine. Per la squadra calabrese basterà invece solamente un punto per festeggiare la salvezza dopo un girone di andata disastroso.

Leggi anche:  Pescara-Foggia, streaming gratis e diretta tv Antenna Sud o DAZN? Dove vedere Serie C

Di seguito il calendario delle squadre impegnate in zona playout (in maiuscolo il match in trasferta):

Crotone 40: SPEZIA-Ascoli
Salernitana 38: Cosenza-PESCARA
Livorno 35: Carpi-PADOVA
Foggia 34: Perugia-VERONA
Venezia 34: Pescara-CARPI
Carpi 29: LIVORNO-Venezia
Padova 29: BENEVENTO-Livorno

Le ultime tre retrocedono direttamente in Serie C, mentre quart’ultima e quint’ultima si sfideranno in uno spareggio in due match. A parità di reti si salverà la squadra meglio classificata.

  •   
  •  
  •  
  •