Casillas, la situazione migliora: il portiere spagnolo si sta riprendendo dall’infarto di ieri

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

La giornata di ieri non verrà di certo dimenticata da Iker Casillas e dai tanti appassionati di sport in tutto il mondo. Il portiere del Porto, ex Real Madrid, ha avuto un infarto miocardio acuto durante l’allenamento con la squadra lusitana. E’ stato ricoverato d’urgenza all’ospedale CUF di Porto e ha passato la notte li, in via precauzionale. Il giocatore sta bene e si sta riprendendo brillantemente. La notizia ha scosso tutto il mondo del calcio e tanti spostativi hanno manifestato la propria vicinanza all’estremo difensore campione del mondo con la Spagna nel 2010. Sua moglie, la giornalista Sara Carbonero, gli è stata vicino in questo momento durissimo che sembra oramai alle spalle.

Casillas rimane ancora in ospedale, struttura privata situata nella parte nord della città portoghese. Casillas non ha ricevuto visite se non da parte dei medici, sua moglie e qualche amico che il calciatore ha a Porto. Dall’ospedale, il suo entourage fa sapere che il portiere ringrazia tutti coloro che hanno avuto parole carine nei suoi confronti, durante questo periodo così difficile. Tanti i giornalisti presenti all’ospedale per sincerarsi delle sue condizioni. Casillas è un mito del calcio, portiere formidabile capace di vincere tutto sia a livello di club che di nazionale: due Europei e un Mondiale con la Spagna, svariati trofei tra le fila del Real Madrid tra i quali figurano ben tre Champions League. L’ultima nel 2014 con Ancelotti proprio in Portogallo. Forse la più importante: la decima per le merengues.

Lo spagnolo gioca con il Porto dal 2015 dopo la rottura nel Real Madrid. Ha collezionato con i portoghesi 116 presenze in Superliga, subendo solamente 73 reti. Con le merengues conta ben 510 presenze. Viene ricordato soprattutto per il Mondiale vinto con la Spagna, nel quale parò un tiro a botta sicura di Robben nella finale giocata in Sud Africa contro l’Olanda. Un eroe ammirato da tutti nel mondo dello sport. Gli auguriamo una pronta guarigione e un rapido rientro in campo.

  •   
  •  
  •  
  •