De Laurentiis: “Champions ed Europa League? Da abolire!”

Pubblicato il autore: Mattia Di Battista

De Laurentiis il solito fiume in piena

Aurelio De Laurentiis e le sue boutades. Il patron del Napoli ci ha abituato a diverse esternazioni a dir poco singolari e con una forte vis polemica. Un presidente che ama provocare stampa, tifosi e addetti lavori su qualsiasi tema. Come ha fatto poche ore fa, parlando delle competizioni europee e non solo.

Dalla pirateria alle coppe europee

Intervenuto in una riunione a Madrid, convocata dai club in opposizione all’ECA (European Club Association), il presidente del club partenopeo a rilasciato una serie di dichiarazioni al Corriere della Sera, affrontando diversi temi. L’oggetto della riunione alla quale ADL era presente, era un’alternativa alla Super League, la competizione voluta dall’ECA (guidata dal presidente della Juventus Andrea Agnelli.

Sul tema della pirateria digitale e sull’industria calcio

primo tema affrontato è stato quello della pirateria digitale che affligge anche il mondo dello sport e il calcio:«La priorità è quella di combattere la pirateria ottenendo dai governi una legge che imponga alle emittenti di bloccare le trasmissioni di eventi sportivi non autorizzati.» Sull’industria nel calcio: «Si dovrebbe rivedere le leggi sul calcio professionistico aprendo al concetto di industria, facendo conciliare i fattori produttivi con la libertà d’impresa.»

Sulle competizioni europee e sulla proposta di Agnelli

La proposta più interessante lanciata da De Laurentiis, però, riguarda le competizioni europee oggetto della riunione alla quale lo stesso De Laurentiis era intervenuto:«I campionati nazionali soffrono molto il numero elevato delle squadre e spesso non sono competitivi come potrebbero essere. In Italia, per esempio, dal 1967 al 1988 abbiamo avuto 16 squadre in Serie A, adesso ne abbiamo 20. Il nostro calcio sta diventando noioso. Anche in Europa le competizioni sono obsolete e portano alla ribalta sempre le stesse squadre. La Champions è per pochi eletti, l’Europa League è una coppa di consolazione. Sulla Super League voluta da Andrea Agnelli:«Ci vorrebbe una competizione ad 80 squadre che sostituisca Champions ed Europa League, riservata ai primi 7 club dei principali campionati europei (Italia, Spagna, Inghilterra, Francia, Germania, Olanda) e le prime quattro degli altri campionati. La Super League? È troppo riduttiva per il resto del calcio europeo e potrebbe allontanare tanti tifosi dal calcio.»

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calciomercato, caccia allo svincolato: l'Inter si muove velocemente