Finale Europei under 17: Troppa Olanda per gli Azzurri.

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Anche questa volta gli azzurrini hanno dovuto lasciare lo scettro agli avversari, dopo la sconfitta dello scorso anno contro i pari età sempre dei Paesi bassi ( 4a 1 dopo i calci di rigore e 2a2 nei tempi regolamentari ), ieri a Dublino i giovanissimi calciatori del ct. Carmine Nunziata hanno ceduto per 4 a 2 agli olandesi di Van Der Veen, che al primo anno in panchina, ottiene subito il pieno. Forse con una formazione diversa sin dal primo tempo, l’Italia avrebbe potuto dire la sua fino alla fine, ma nella prima parte, gli olandesini hanno dominato in ogni reparto mostrando tutte le loro doti fisiche e tecniche. l’Italia parte con il 4-3-1-2, l’Olanda risponde con il 4-3-3.Nei primi minuti le squadre sembrano studiarsi, ma dal 10min in poi, esce fuori il calcio totale degli arancioni fatto di 1 o 2 tocchi con le spinte sulle fasce laterali da parte dei terzini . Al 15mo, dopo bellissima azione tutta di prima,  il cap.Taylor non inquadra la porta per la fortuna dell’Italia. Ancora Taaboni impegna al 17mo l’estremo difensore azzurro Molla, che blocca. Azione insistita dei tulipani, al 19mo Hansen insacca su respinta del portiere azzurro su tiro di Bannis. Il gioco a pochi tocchi degli avversari rende vano ogni tentativo azzurro, con il num.9 orange Brobbey, che sembra fisicamente incontrastabile. Dopo alcune azioni olandesi terminate con tiri fuori dai pali, l’Italia si fa viva con assist di Lamanna per Cudrig, che di tacco impegna in angolo il portiere Raatsie al 30mo; insistono gli azzurrini, che al 34mo con Esposito, non centrano i pali. La chiave che solleva l’Italia è il pressing alto, poiché solo in questo modo riesce a mettere in difficoltà gli avversari. Nel momento migliore degli azzurri arriva al 44mo il goal del 3 a 0 con Maatsen, che da fuori area di esterno sinistro mette il suo sigillo nel match, finisce cosi con passivo pesantissimo il primo tempo.
Nel secondo tempo il mister Nunziata corre ai ripari, inserendo subito Colombo in attacco e Sekulov sulla trequarti, più Ruggeri, che cambiano completamente l’inerzia del gioco e, dopo un susseguirsi di attacchi azzurri, arriva l’eurogoal di Colombo, che riaccende le speranze dell’Italia , il quale servito di testa da Panada al 56mo di collopiede a giro, rende meno amaro il passivo. Ora gli italiani sembrano poter riaccorciare in ogni momento, grazie sempre a Colombo (giovane attaccante del Milan),che al 61mo, ben servito da Ruggieri, non inquadra la porta. Ancora Colombo su assist perfetto di Panada, impegna il portiere Raatsie. Adesso c’è solo l’Italia in campo,  e l’allenatore Van Der Veen corre ai ripari con doppio cambio al 69mo ed il nuovo entrato Unuvar non impiega che 1min ad allungare sul 4 a 1 con tiro deviato dallo sfortunato difensore Lamanna. Finiscono così le speranze di una possibile rimonta italica .Peccato, perché gli azzurri erano padroni del campo fino al 70mo. Il giovane Sekulov, servito da Esposito, tira alto sulla traversa al 75mo.L’Olanda si rifà viva all’85mo e il portierino azzurro Molla evita il quinto goal. l’Italia non demorde e da un errore del portiere olandese, che rinvia sui piedi dello scatenato Colombo, nasce  il goal del 4 a 2 con una sassata dello stesso  dal limite dell’area all’ 88mo.,siglando la strameritata doppietta personale. Termina cosi il match, con il trionfo dei tulipanini, che conquistano il loro quarto titolo europeo under 17(secondo consecutivo) con un calcio moderno e sempre a 2 tocchi, aggredendo ovunque gli spazi degli avversari, che se fossero partiti con Colombo e Sekulov(Juve)dall’inizio, sicuramente avrebbero dato piu’ mordente all’ incontro; comunque per l’Italia e’ la terza finale persa in 7 anni. La prima nel 2013, la seconda nel 2018 e quella di ieri. La speranza è di vedere presto questi giovani promettenti giocatori anche nelle prime squadre, perché solo così potranno crescere le nostre possibilità di competere anche a livello continentale e mondiale. Le loro soddisfazioni gli azzurrini le hanno avute nel girone di qualificazione, battendo Germania, Spagna e Austria, per poi sconfiggere il Portogallo nei quarti e la Francia nella semifinale, arrivando cosi alla finale contro la bestia nera dell’Olanda, e forse 6 partite in 15 giorni sono veramente troppe per chiunque.
Formazioni:Olanda Raatsie,Hoever(De schutter al 92mo),Bogarde, Rensch, Salah-eddine (kasanwirjo al 68mo.),Taylor, Taabouni(Proper al min.86),Maatsen,Hansen(Unvar al 69mo),Bannis (Allouch al 93mo.),Brobbey.  Migliore in campo:Taylor. Italia:Molla,Moretti(Ruggeri al 46mo .st),Pirola,Dalle Mura, Lamanna, Udogie, Panada(Bonfanti al 93mo) ,Brentan(Sekulov al 47most.),Tongya(Giovane al 82mo.st),Esposito, Cudrig(Colombo al 46mo.st.).Migliore in campo :Colombo
Arbitro E. Eskas (Norvegia)

Leggi anche:  Dove vedere Mantova-Triestina Serie C, streaming e diretta tv Sky Sport?
  •   
  •  
  •  
  •