Klopp: “Le finali perse? Il passato non conta”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

La relazione tra le finali di coppa e Jurgen Klopp non è di certo eccezionale, ma il tecnico tedesco non sembra dare peso alle 6 finali perse nel corso della sua carriera. Alla vigilia della finale di Champions League tra Liverpool-Tottenham, Jurgen non vuol sentir parlare del suo passato. Conta solo il presente e il suo Liverpool parte favorito, forte della sua annata quasi perfetta in Premier League, conclusa a un solo punto dal Manchester City, campione con 98 punti.

I Reds sono pronti per conquistare la sesta Champions della sua storia, ma gli Spurs di Pochettino sono un avversario tosto e imprevedibile. Klopp è apparso sereno in conferenza stampa e ha parlato dell’atto finale di domani, il più importante della sua carriera dopo tanti insuccessi proprio sul più bello:

“Sarà una finale molto intensa. Chi è il favorito? Difficile dirlo. Abbiamo vinto due partite contro di loro, per 2-1. Mi piacerebbe rifare quanto fatto col Barcellona – afferma il tecnico del Liverpool – Il Tottenham è molto forte. Dipenderà anche dal clima, sembra che farà molto caldo. Si arriverà ai rigori? Può essere una possibilità”.

Leggi anche:  La Figc multa la Juve ed i medici per non aver effettuato i tamponi a giugno

Il Wanda Metropolitano è tutto esaurito per questo evento unico. Una finale inedita tra due squadre che giocano a viso aperto. Gli appassionati di calcio non possono chiedere di più.

  •   
  •  
  •  
  •