Serie B, riassunto della 36ma giornata: il Brescia in serie A dopo 8 anni di assenza

Pubblicato il autore: Fabio Faiola

Il primo verdetto, come da pronostico, è la promozione diretta del Brescia di Corini in serie A e, dopo la vittoria di ieri di misura sull’ Ascoli per 1 a 0 ( goal di Dessena), al Rigamonti è festa grande. la sorpresa è arrivata da Padova, dove il fanalino di coda ha superato il Lecce per 2 a 1, alimentando così le ultime speranze per i play-out alquanto minime.
Questa sconfitta è andata bene a Liverani, poiché il Palermo, nell’anticipo delle 12 e 30, non è andato oltre il 2 a 2 contro lo Spezia, trovando nell’ attaccante spezzino Maggiore un vero e proprio cecchino. Inoltre, alcuni interventi prodigiosi del portiere Brignoli, hanno evitato la disfatta per i siciliani. Il Benevento invece , ha ceduto il passo al Crotone, che con questa vittoria, si è tolto momentaneamente dalla zona calda dei play out, che seppur in inferiorità numerica dal 35mo del primo tempo, ha portato a casa i 3 punti , grazie al goal di Simy, e Stroppa può tirare un sospiro di sollievo fino alla prossima giornata.
Lo scontro più delicato ,invece, è avvenuto a Foggia, dove i pugliesi hanno piegato per 3 a 1 la Salernitana, in piena crisi ormai, con 3 punti nelle ultime 5 giornate, ma quei 6 punti di penalità per Grassadonia pesano come un macigno sull’economia finale per restare in B, considerando anche che sono sfavoriti negli scontri diretti con il Venezia.
Altro evento imprevedibile della giornata è la sorprendente sconfitta del Verona in casa per 3 a 2 contro il Livorno di Breda, che ha condotto la partita fin dall’ inizio con grande concretezza e determinazione, ma nonostante ciò si trova sempre a 3 punti dalla salvezza diretta e, quindi, c’è da soffrire fino alla fine.
Questa amara sconfitta dei veneti ha comportato l’allontanamento di Fabio Grosso, che con solo 2 punti nelle ultime 5 gare,ha dovuto abdicare alla panchina, sempre in discussione quest’anno, facendo posto al nuovo allenatore Mr. Aglietti per cercare di salvare almeno i play-off tanto sperati dal Patron Setti.
Nella zona alta della classifica, Perugia e Cittadella si sono divise la posta con un pareggio anonimo 0 a 0 , che non è servito a nessuna delle 2, poiché entrambe sono appaiate a 47 punti e, attualmente ad 1 punto dall’ ottavo posto, occupato dalla Cremonese di Rastelli in grande forma(13pt nelle ultime 5 giornate), con la vittoria al fotofinish sul Carpi di Castori. I lombardi perdevano 1 a 0 all’ 82mo e sono riusciti a ribaltare il match in 5 minuti, con i goal di Piccolo e Montalto, che hanno recuperato la rete di svantaggio di Rolando portando alla disperazione i carpigiani, i quali con questa sconfitta, molto probabilmente, dovranno dire addio anche alla serie B. Considerando che il Carpi nel 2015- 2016 giocava in serie A, questa sarebbe una seconda retrocessione nel giro di pochi anni alquanto traumatica.
Per quanto riguarda il Cosenza, ieri, forse ha sprecato l’unica possibilità che gli era rimasta per centrare i play-off, poiché il pareggio di 1 a 1 contro il Venezia non serve a nessuna delle due, se non a smuovere la classifica delle stesse. Essendo i calabresi neopromossi, il bilancio di fine anno è senz’altro in attivo, con la salvezza acquisita in largo anticipo. Il Venezia di Cosmi invece dovrà faticare fino alla fine per la permanenza in B, in quanto i 34 punti a parimerito con il Foggia lo condannano ai play-out. Adesso non ci sarà neppure il tempo di respirare che sabato si disputerà la 37ma giornata e per le squadre della zona play out sarà una sfida all’ultimo respiro, con Carpi , Venezia e Padova sulla graticola. Per la promozione diretta in A assisteremo al piccolo duello tra Lecce e Palermo, con la squadra di Liverani in netto vantaggio su quella di Delio Rossi, distanziata di 4 punti e, salvo macumbe, i salentini non dovrebbero avere alcun problema a centrare l’obiettivo. Per i play-off, invece, 6 squadre si daranno battaglia negli ultimi 180minuti, con il Benevento già ai play-off e il Pescara leggermente avvantaggiato su Verona- Spezia- Cremonese- Cittadella e Perugia.
Appuntamento alla prossima giornata per ulteriori verdetti.

Leggi anche:  Liga Profesional 2023, streaming gratis Mola Tv e diretta tv Sportitalia? Dove vedere campionato argentino
  •   
  •  
  •  
  •