Mondiale di calcio femminile: Italia agli Ottavi di finale

Pubblicato il autore: Nazzareno Minniti Segui

Al Mondiale francese le Azzurre incantano con una tripletta di Girelli e due gol di Galli che valgono la qualificazione agli Ottavi di finale. L’Italia si candida a diventare reginetta di bellezza dopo i cinque gol alla Giamaica, sia per la performance dei due marcatori sia per la coralità con la quale tutta la squadra gioca, dando tutto in campo per poi scatenarsi ballando la ‘Macarena’ diventata ormai la colonna sonora del loro Mondiale.
La pioggia di elogi dopo il successo sull’Australia non ha distratto le Azzurre che hanno raggiunto il primo obiettivo è che martedì a Valenciennes hanno la possibilità di chiudere il girone al primo posto: basterà un pareggio con il Brasile per volare il 25 giugno a Montpellier e affrontare una delle quattro migliori terze classificate.
Questa partita era fondamentale per passare agli Ottavi – le parole a caldo della CT Milena Bertolini – e raggiungere quello che per noi è un grande traguardo. Abbiamo sentito la gara a livello emotivo, nel primo tempo eravamo un po’ bloccate però siamo state brave. Ci sono tanti aspetti su cui lavorare, ma nei momenti di difficoltà la difesa ha tenuto benissimo. In queste partite è fondamentale vincere, ma anche non prendere gol. Devo fare un plauso a Sarà Gama che è stata un muro invalicabile. Sono molto felice, ho tante emozioni, perché arrivare agli Ottavi è già una grande cosa. Grazie a tutti gli italiani che ci hanno seguito”.
Dopo i tre gol messi a segno da Carolina Morace contro Taipei 28 anni fa un’altra azzurra è tornata a realizzare una tripletta: “È una grande vittoria – ha dichiarato Cristiana Girelli, premiata come MVP del match – abbiamo giocato come se fossimo a zero punti. Questa squadra ha carattere, non era facile mantenere la concentrazione dopo l’entusiasmo della prima partita. Quando si gioca bene è perché  la squadra ti permette di farlo, chiunque entra si sente importante e questa è la nostra forza. Siamo contente, ma manca una partita, tosta, contro le brasiliane che sono veramente forti. Ora ricarichiamo le pile e poi ci godiamo questa esperienza. Devo ringraziare i tifosi perché sono venuti in tanti, non ce lo aspettavamo: ci hanno dato una spinta in più. Adesso non vogliamo fermarci qui“.
In tribuna hanno esultato con le Azzurre anche il presidente federale Gabriele Gravina e il direttore generale Marco Brunelli: “Sono ragazze splendide – ha sottolineato il numero uno della FIGC dopo essersi complimentato con la squadra – il sogno è diventato realtà perché le prestazioni confermano il valore di questo gruppo. Sono felice per loro e per tutti quelli che si stanno emozionando tifando per le nostre “Ragazze mondiali”. Dobbiamo continuare ad alimentare questo entusiasmo, è giunto il tempo di porci nuovi obiettivi”.
Rispetto all’esordio con l’Australia l’Italia si è presentata con due novità di formazione: Bartoli,  entrata a inizio secondo tempo nel match con le ‘Matildas’, è laterale sinistro di difesa, con Guagni schierata a destra e Bergamaschi che avanza a centrocampo. in attacco tocca invece a Daniela Sabatino che prende il posto di Ilaria Mauro.
Martedi a Valenciennes l’Italia affronterà il Brasile in una sfida che vale il primato del girone, ma comunque vada già sa che non dovrà tornare a casa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Moggi sicuro: "Ecco chi vincerà lo scudetto. Ora il Napoli è più forte della Juventus. Sarri è un traditore..."