Mondiale di calcio femminile: l’Italia prepara l’esordio

Pubblicato il autore: Nazzareno Minniti Segui

Mancano ormai solo cinque giorni all’esordio nel mondiale e prosegue a Valenciennes la preparazione della nazionale di calcio femminile. Ieri la squadra ha ricevuto la visita del membro UEFA del Consiglio FIFA Evelina Christillin, omaggiata con una maglia autografata da tutte le Azzurre: “Mi ha fatto davvero molto piacere venire a trovare le ragazze, non so ancora quando, ma sicuramente verrò a vederle giocare almeno una partita del mondiale. Ho visto nei loro volti quella luce e quell’entusiasmo che avevo io quando ero una giovane atleta degli sport invernali prima di affrontare una competiIone così importante. Faccio un gran tifo per loro, sanno che potranno sempre contare sul mio appoggio”.
Dopo i primi due giorni di allenamento in terra francese le ragazze hanno potuto godere di una giornata di riposo in vista del match di domenica con l’Australia, reduce da una sconfitta per 3-0 nell’amichevole di sabato scorso contro l’Olanda.
Per le Azzurre le “Matildas” rappresentano tuttavia il primo difficile banco di prova, seste nel ranking FIFA e al loro settimo mondiale dove non sono mai andate oltre i quarti di finale (2007, 2011, 2015).
Le nostre ragazze sono consapevoli di quanto sia importante iniziare il mondiale con un risultato positivo: “La partita con l’Australia – ha dichiarato Laura Giuliani in un’intervista rilasciata a FIFA TV – ci aiuterà a rompere il ghiaccio e a prendere confidenza con questo mondiale. È l’inizio di tutto”.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, probabili formazioni Juventus-Napoli: ecco le scelte di Pirlo e Gattuso
  •   
  •  
  •  
  •