Mondiale femminile di calcio: in palio gli ottavi per le Azzurre

Pubblicato il autore: Nazzareno Minniti Segui

Domani a Reims le Azzurre, in caso di vittoria, ipotecherebbero la qualificazione agli ottavi dei mondiali di calcio femminile. Battere la Giamaica, dunque, è l’obiettivo dell’Italia che domani alle 18:00, allo stadio Auguste Delaune di Reims affronterà le ‘Reggae Girlz’ in una gara che nasconde tante insidie.
Non va’ sottovalutata un’avversaria che occupa il 53mo posto del ranking FIFA e che al suo debutto assoluto al mondiale è stata travolta dal Brasile, perché ha dalla sua entusiasmo, grandi doti atletiche e soprattutto la consapevolezza di giocarsi le ultime chance per poter ancora sperare nella qualificazione. Peraltro, il successo dell’Australia sul Brasile lascia ancora tutto aperto nel girone e dà ulteriore forza al ritornello di questi giorni nel ritiro azzurro: “Non abbiamo ancora fatto nulla”.
Il nostro obiettivo è passare il turno – ha detto in conferenza stampa Milena Bertolini – vedo le ragazze molto concentrate, sanno che questa partita è la più difficile è che nasconde tante insidie perché la Giamaica è in quarta fascia e non ha lo stesso blasone dell’Australia. Hanno giocatrici di grande velocità e fisicità, qualità che nel calcio femminile fanno la differenza”.
La CT non dà anticipazioni sulla formazione che scenderà in campo: “Ho un’idea in mente, ma deciderò solo domani. Vedrò come staranno le ragazze, qualcuna è un po’ affaticata e farò le mie valutazioni”. Con la qualificazione ancora tutta da conquistare poco importa che Gama, Cernoia e Girelli siano in diffida: “Domani scenderà in campo la miglior formazione possibile, non faccio calcoli di nessun tipo. Quando abbiamo iniziato il percorso la Giamaica era l’avversaria a Cui rubare punti per cercare di passare il turno”.
Il Commissario Tecnico giamaicano, il britannico Hue Menzies, ha esaltato l’organizzazione difensiva ed ha speso parole d’elogio per Barbara Bonansea, annunciando anche qualche novità rispetto alla gara di esordio con il Brasile: “Non so se cambieremo modulo o giocatrici – ha sottolineato Milena Bartolini – noi come sempre dobbiamo pensare prima di tutto a noi, a come impostare la partita, poi in base all’avversario potremo valutare di fare qualche aggiustamento anche nel corso della gara”.
Se è vero che a parte il successo delle Azzurre non ci sono state grandi sorprese nel mondiale, è altrettanto vero che non sempre i risultati hanno rispecchiato fedelmente l’andamento dei match: “Tutte le partite sono state combattute a parte quella degli Stati Uniti. Le squadre favorite hanno vinto, ma andando bene a vedere come sono maturati i risultati, penso ad esempio ai successi di Olanda e Germania su Nuova Zelanda e Spagna, qualcosa cambia, senza dimenticare i vice campioni del mondo del Giappone che hanno pareggiato con l’Argentina”.
Accanto alla CT in conferenza stampa è presente Sarà Gama. Anche lei invita alla prudenza: “Non guardiamo indietro, ma avanti. La Giamaica non va assolutamente sottovalutata, non c’è pericolo perché siamo consce di dove siamo e sappiamo che dovremo far valere tutta la nostra sapienza tecnica tattica se vogliamo avere la meglio. Quello di domani è un match fondamentale per il passaggio del turno, può essere uno step molto importante”.

Leggi anche:  Torino-Spezia, le pagelle dei granata. Tante insufficienze gravi, si salvano in pochi.
  •   
  •  
  •  
  •