Calciomercato Inter: idea Llorente, assalto a Lukaku

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Manchester United’s Romelu Lukaku warms up ahead of the Premier League match at Goodison Park, Liverpool.

Mentre l’Inter di Antonio Conte è pronta ad iniziare la preparazione estiva la prossima settimana, i dirigenti nerazzurri stanno lavorando per regalare al tecnico salentino i giocatori a lui più congegnali per il suo 3-5-2.

Alcune delle ufficialità di alcuni possibili titolari sono già arrivate: Lazaro, Godin e Sensi sono calciatori fortemente voluti dall’allenatore ex Chelsea e che probabilmente verrano utilizzati spesso, anche per l’ingente esborso economico delle operazioni (escluso Godin a parametro zero, ndr.), tra gli undici titolari che scenderanno in campo. L’unico reparto in cui Marotta e Ausilio sono costantemente a lavoro e in cui ancora non è arrivato alcun acquisto, è l’attacco.

Calciomercato Inter: chi arriverà tra Dzeko, Lukaku e Llorente?

Sul fronte offensivo Conte avrebbe già bocciato Icardi che, secondo quanto riportato da Di Marzio, attraverso il suo entourage Wanda Nara, avrebbe già incontrato Paratici ad Ibiza per un primo incontro in cui la società bianconera ha espresso il suo interesse nei confronti dell’argentino.
Su di lui ci sarebbe anche un’offerta di sessanta milioni da parte del Napoli che, secondo Virgilio Sport, non convince la coppia argentina. Insomma è ancora tutto da definire il futuro della punta ex Sampdoria che dovrebbe comunque entrare a far parte del ritiro della prossima settimana.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, dove vedere Juventus Napoli: streaming gratis e diretta TV Rai 1?

Nel frattempo che la bagarre Icardi si risolva, la società nerazzurra non si fa trovare impreparata ed è pronta a presentare una vera e propria offensiva nei confronti dell’obbiettivo numero uno dell’Inter: Romelu Lukaku.
Antonio Conte avrebbe individuato nel belga l’attaccante ideale della sua manovra di gioco e avrebbe dato il via libera alla dirigenza per trattare il calciatore. Le cifre non sono delle più basse, il Manchester United chiede all’Inter un esborso vicino ai 75/80 milioni di euro.
Per ora Marotta ed Ausilio stanno preparando un’offensiva sulla base di un prestito oneroso biennale di 10 milioni con l’obbligo di riscatto fissato a 60 milioni circa.
Per il momento lo United prende tempo, perchè da un lato vorrebbe più cash da reinvestire subito per il suo sostituto (si parla di Aubameyang, ndr.) però dall’altro non ritiene più il calciatore indispensabile per il nuovo corso e quindi la volontà di cederlo è abbastanza chiara.
La sensazione che comunque la trattativa possa avere dei risvolti positivi nelle prossime ore, magari alzando la cifra del prestito oneroso di 5/10 milioni.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, Padovan: "Il Napoli vincerà, la Juve è debole"

Per quanto riguarda il discorso legato ad Edin Dzeko, il nuovo AD della Roma, Petrachi, nella sua prima conferenza ha dichiarato: “Deve passare un messaggio chiaro: non ci si può svegliare la mattina e pensare di andare via da Roma. Se un giocatore ha un accordo con un’altra società, quella società lo deve pagare il giusto e poi può andare via. La Roma non deve essere ricattata da nessuno”, aggiungendo che in caso di una sua partenza Higuain sarebbe un sostituto ideale.

Insomma la Roma sembra voler continuare a chiedere una cifra vicina ai venti milioni di euro mentre l’Inter è disposta ad avvicinarsi massimo ad una quindicina di euro senza contropartite. Quindi la trattativa sembra giunta in una situazione di empasse. Per risolvere questa situazione, secondo tuttomercatoweb, i nerazzurri avrebbero virato sull’obbiettivo di Fernando Llorente a parametro zero, in modo di avere maggiore liquidità da investire per acquistare Lukaku. Seguiranno aggiornamenti…

  •   
  •  
  •  
  •