Calciomercato Inter: si valutano delle alternative a Lukaku

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Inter manager Antonio Conte

Mentre l’Inter di Antonio Conte si sta preparando per affrontare il primo match dell’International Champions Cup contro il Manchester United, la dirigenza nerazzurra sta lavorando senza sosta per regalare al proprio tecnico gli ultimi tasselli di una rosa ancora da completare. Il problema sostanziale è che le pedine mancanti della rosa sono tutte concentrate nel reparto offensivo, causando certamente dei problemi all’ex allenatore del Chelsea, che in questi giorni sta insegnando schemi e dettami tattici solamente a delle seconde linee che molto probabilmente non rientreranno nel progetto tecnico.

Il primo nome nella lista di Marotta e Ausilio è sempre quello dell’attaccante dello United, Romelu Lukaku. L’attaccante belga, attualmente relegato nel posto di comprimario nei ‘red evils’, sarebbe entusiasta di vestire la maglia nerazzurra ma il Manchester United al momento fa ‘muro’.
La società inglese, forte delle sue ingenti entrate, è famosa per la sua rigidità nel cedere i propri calciatori al proprio prezzo, senza fare sconti a nessuno. Il prezzo fissato dai ‘red evils’ per l’attaccante ex everton è di circa 83 milioni di euro, richiesta ritenuta eccessiva dalla dirigenza nerazzurra che si spinge massimo a 70 milioni.
Insomma, la differenza tra le due compagini è sicuramente molta e sembra insormontabile ma, Marotta e Ausilio, stanno studiando un piano per far vacillare le resistenze del club inglese.
L’idea sarebbe quella di proporre un prestito oneroso (sui 25 milioni) con riscatto obbligatorio e pagamento dilazionato in 3 anni che, con i relativi bonus (alcuni facilmente raggiungibili altri meno), possa arrivare ad una cifra vicina agli 80 milioni.
In caso di continuo rifiuto da parte del Manchester United, l’Inter inizierebbe a guardare altrove, a delle alternative concrete che possano sposarsi perfettamente alla causa di Antonio Conte.

Leggi anche:  Dove vedere Udinese-Atalanta: streaming e diretta tv Serie A

Le alternative a Lukaku

I primi nomi nella lista dei desideri di Antonio Conte sono noti a tutti (Lukaku e Dzeko, ndr.), la sensazione è che, entrambi i calciatori, fino alla fine del calciomercato (per Lukaku la ‘deadline’ è l’8 Agosto), potrebbero vestire la maglia nerazzurra. Ma il calciomercato è imprevedibile e viste le resistenze dei rispettivi club a cedere i due ‘oggetti del desiderio’ di Conte, la dirigenza si sta guardando intorno per garantire al proprio allenatore degli attaccanti funzionali al proprio progetto. Quali sono questi attaccanti?

Sicuramente il primo nome che viene in mente pensando ad un ‘sostituto’ di Lukaku è quello di Duvan Zapata. L’attaccante dell’Atalanta, reduce da una grande stagione e da un’ottima Copa America, è da anni sotto il mirino della dirigenza nerazzurra e sarebbe l’identikit di attaccante ideale da regalare a Conte. La trattativa però appare molto complicata in quanto difficilmente l’Atalanta si priverebbe del suo calciatore più di spicco a circa un mese dall’inizio del campionato e dalla Champions League.

Leggi anche:  Torino Schone, un regista per Nicola: è duello tra il danese ex Genoa e Pulgar

Gli altri nomi che si son già fatti nelle scorse ore sono quelli di Rodrigo del Valencia e del croato Rebic. Per quanto riguarda quest’ultimo, non sembra però essere quel centravanti ideale per il nuovo corso Conte ma più un ipotetico sostituto di Perisic sulla fascia.
Per ciò che concerne Rodrigo, fortissimo l’interesse del Napoli su di lui, non sembra convincere appieno il neo tecnico dell’Inter.

Rimane calda la ‘pista Llorente‘, svincolato dopo l’ottima esperienza al Tottenham, in caso di mancato esito positivo della ‘trattativa Dzeko’, potrebbe essere lui l’attaccante di esperienza richiesto dal tecnico salentino. Su di lui però nelle ultime ore si è fatta avanti decisa la Fiorentina.

Il nome nuovo delle ultime ore è quello di Rafael Leao. Portoghese, classe ’99, attualmente di proprietà del Lille. Costo eventuale dell’operazione: 40 milioni circa.

  •   
  •  
  •  
  •