Dramma in Sudafrica! Assassinato un ex attaccante della nazionale di calcio: i dettagli

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Marc Batchelor è un nome che forse, a molti, non dirà nulla. Eppure questo nome, nelle ultime ore, è salito tristemente agli onori della cronaca a causa di un omicidio efferato e dai moventi ancora ignoti.

Ma chi era Marc Batchelor? 49 anni, ex stella della nazional sudafricana di calcio, giocava nel ruolo di attaccante. Lo si ricorda, soprattutto, per la militanza nelle filke dei Kaizer Chief, e per aver condotto gli Orlando Pirates alla vittoria nella Champions League africana del 1995.

Considerato una sorta di “leggeda” nel suo paese, è stato freddato ieri sera da sette colpi di arma da fuoco, mentre era a bordo della sua auto e stava per uscire dal vialetto antistante la sua abitazione.

La polizia ha subito avviato le indagini, mettendosi alla caccia dei due uomini che, ieri sera, sarebbero stati visti aprire il fuoco all’indirizzo della vittima mentre si trovavano in sella ad una motocicletta. A confermare questa versione, una serie di testimonianze rese alla polizia da alcune persone che si trovavano nei paraggi.

Leggi anche:  Esame farsa Suarez, Ziliani duro: "In un paese serio Paratici sarebbe squalificato a lungo e la Juventus sanzionata"

Il portavoce delle forze dell’ordine, Lungelo Dlamini, ha spiegato che l’uomo è morto sul colpo e che il movente dell’omicidio è ancora ignoto.

Batchelor, come si legge da un sito di informazioni britannico, Globe Intel, era stato al centro di una diatriba con l’ex campione paraolimpico Oscar Pistorius. Batchelor aveva testimoniato contro l’atleta nel processo che lo vedeva imputato per l’omicidio della fidanzata, Reeva Steenkamp, accusando Pistorius di avere un carattere violento.

Fu dura la replica dello stesso Pistorius, che giurò vendetta a Batchelor, promettendogli che “gli avrebbe spezzato le gambe”.

Un dramma che mette sotto shock il mondo del calcio, spesso scoinvolto da queste notizie funeste

  •   
  •  
  •  
  •