Juve, Ramsey si presenta: “Sono in una delle squadre migliori al mondo. Vincere? E’ l’unica cosa che conta”

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui


E’ stato il primo colpo ufficiale della nuova annata.
Arrivato lo scorso gennaio, a parametro zero, dall’Arsenal, Aaron Ramsey si è presentato oggi in conferenza stampa:

Queste le parole del gallese:

Buongiorno a tutti. Sono molto contento di essere nqui alla Juventus. Mi trovo in uno dei club più importanti del mondo. Mi scuso per il mio italiano che non è molto buono, ma sto studiando per apprendere velocemente”.

Come stai fisicamente?

Ho subito un infortunio, ma sto lavorando per recuperare il più presto possibile. Spero di potermi allenare presto insieme ai miei compagni“.

Perchè scegliere la Juventus?

“Quando ho sentito che la Juventus mi cercava, ho subito pensato che si trattasse di uno dei club più importanti al mondo, e ho accettato immediatamente. Per me si tratta comunque di una sfida, per approcciarmi a una nuova realtà e a una nuova cultura. Mi sento pronto a vivere quest’esperienza”.

Leggi anche:  Salernitana, crollo rovinoso: e i tifosi contestano Lotito e Fabiani

Un altro gallese importante della storia della Juventus è stato John Charles: pensi di poter seguire le sue orme? Haiu contatti con la sua famiglia?

“So che Charles è stato una leggenda della Juventus, ma non ho contatti con la sua famiglia. Ovviamente, spero di poter ripercorrere le sue orme, per ciò che ha fatto per questo club”.

Cosa ti hanno trasmesso i primi giorni alla Juventus?

Sì, la squadra mi ha riservato un ottimo benvenuto, ho già parlato due volte con Sarri, e si è dimostrato molto disponibile. Come detto, non vedo l’ora di sare il mio contributo per aiutare il club a raggiungere i propri obiettivi”.


E’ vero che non partirai per la tourneè in Cina a causa del tuo infortunio alla gamba?
“E’ vero che ho subito un brutto infortunio ma, come detto, sto già recuperando. Nei prossimi giorni, valuteremo insieme allo staff il da farsi”.

Preferisci fare gol o servire assist ai compagni?

Leggi anche:  Diretta Roma-Napoli 0-0: primo tempo all'Olimpico

Mi piace avere un impoatto positivo sulla gara, provare a fare gol e fornire assist ai miei compagni. Cerco insomma di mettermi a disposizione dei compagni”.

Cosa portate in più al centrocampo della Juve tu e Rabiot?
“A me piace spingermi in avanti, e inserirmi in fase offensiva. Non vedo l’ora di cominciare ad allenarmi, parlerò con Sarri per capire come potrò essere utile”.

Ci sono state altre squadre italiane interessate a te?
Sì, c’erano state altre squadre interessate, ma quando ho sentito della Juventus, ho subito scelto i bianconeri”

Ci confermi che indosserai la maglia numero 8? In questo club è stato il numero di Marchisio, lui stesso ha detto che gli fa piacere sia tu a indossarlo

“Sì, so di Marchisio, e gli ho anche parlato un paio di volte mentre ero al J Medical. So cosa rappresenta Marchisio per questa squadra, e spero di poterne emulare le gesta. Sono orgoglioso di indossare il numero 8“.

Un tema molto dibattuto è quello del bel gioco: aiuterai la Juve ad esprimere un buon calcio?
“Sicuramente mi piace vincere giocando bene ma, appunto, ci sono diversi modi di vincere le partite. Io so che Sarri predilige il bel gioco, e credo tutti i giocatori si applicheranno per seguire i suoi dettami. La cosa che più conta è il risultato finale e spero di poter vincere molto con la nuova maglia”.

Cosa ne pensi di Sarri?

Leggi anche:  Dove vedere Verona-Lazio streaming LIVE e diretta tv Serie A: Sky o DAZN?

E’ un ottimo allenatore che fa giocare bene le sue squadre, ma, come detto, ciò che conta alla fine è il risultato”.

Ramsey si è dunque calato nello spirito bianconero, al motto di “Vincere è l’unica cosa che conta”. Per il numero 8 della Juventus inizia una nuova sfida che, spera, possa essere ricca di soddisfazioni.

  •   
  •  
  •  
  •