Calciomercato Atalanta: Simone Verdi ipotesi ancora possibile

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

CALCIOMERCATO ATALANTA – L’Atalanta è pienamente concentrata sull’inizio della nuova stagione calcistica, annata nella quale i nerazzurri saranno protagonisti in tre competizioni: Serie A Tim, Coppa Italia (competizione nella quale la Dea è arrivata fino in finale a Roma contro la Lazio di Simone Inzaghi), ma soprattutto la tanto sognata UEFA Champions League. La dirigenza ha messo a segno subito qualche colpo molto interessante: come per esempio Ruslan Malinovskyi (trequartista ex Genk), Martin Skrtel (difensore che ha giocato anche nel Liverpool dal 2007 al 2016) e Luis Muriel (attaccante ex Fiorentina), ma ancora non basta. Gian Piero Gasperini ha sottolineato in maniera esplicita che manca qualche pedina: in particolar modo un perfetto Vice-Ilicic. Negli ultimi giorni si è passati dai vari Iago Falque e Perotti, fino ad arrivare a Ben Arfa e Sturridge, ma c’è ancora un nome che è una ipotesi abbastanza possibile sotto tutti i punti di vista: stiamo parlando dell’ala del Napoli (ex Bologna) Simone Verdi. Come sempre non perdiamoci in chiacchiere e proviamo ad analizzare la situazione al dettaglio per capire se questa idea può trasformarsi in una realtà molto appetibile per l’Atalanta formato Coppa dei Campioni.

Leggi anche:  Dove vedere Sampdoria Udinese, streaming Serie A e diretta TV Sky o Dazn?

Atalanta manager Gian Piero Gasperini during the UEFA Europa League, Group E match at Goodison Park, Liverpool.

AL BOLOGNA LA GRANDE ESPLOSIONE: POI IL NAPOLI DI CARLO ANCELOTTI – Simone Verdi, notato fin dai tempi del Carpi (datato 2016 con 8 presenze e 3 reti nel finale di stagione, che non hanno garantito la permanenza in A della squadra nonostante le giovani doti in attacco), ha dimostrato il suo vero potenziale a Bologna dove in due anni disputa 62 partite segnando 16 goal. Statistiche molto interessanti da portarlo al Napoli di Carlo Ancelotti nella stagione 2018/2019 per il famoso salto di qualità, ma sia per le tante partite da subentrato che per la forza dei titolari azzurri, non è riuscito a ripetere in terra partenopea quello di buono che è stato fatto in Emilia Romagna: 22 presenze e solo 3 goal. Questa annata sarà importante per il ragazzo che vuole a tutti i costi trovare una squadra in cui ha la concreta consapevolezza di poter giocare titolare al 100%.

Leggi anche:  Atalanta-Genoa probabili formazioni: le scelte di Gasperini e Ballardini

TORINO IN POLE, ESPLICITA LA VOLONTA’ DEL GIOCATORE – Tra le tante squadre di A, il Torino è sicuramente in pole position per prendere Simone Verdi: contando anche della volontà del giocatore ex Bologna. Come sottolineato nella prima parte, lui vuole andare in una piazza dove ha la possibilità di giocare titolare al 100%. Quella granata è stata molto gradita dal giocatore partenopeo; soprattutto in un modulo come il 3-4-3 di Walter Mazzarri dove giocherebbe insieme a Iago Falque (pedina che piace molto al “Gasp”) e Andrea Belotti. A distanza di settimane però la trattativa non è giunta al termine per tutta una serie di motivi, e uno di questi si chiama Atalanta Bergamasca Calcio.

PER GASPERINI E’ IL PROFILO PERFETTO: LA SITUAZIONE DELL’ATALANTA – Gian Piero Gasperini vuole a tutti i costi un vice Ilicic, e tra i tanti nomi che ci sono c’è anche quello di Simone Verdi (a detta di tutti il profilo perfetto). L’Atalanta sotto il profilo economico non avrebbe problemi a prenderlo, considerando il fatto che il procuratore del giocatore si è dimostrato grato appena sentito di un possibile interessamento dei nerazzurri. Il giocatore però vuole Torino, ma non è da escludere un possibile sorpasso in extremis da parte della Dea. Staremo a vedere come si evolverà la situazione nei prossimi giorni.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: