Calciomercato Inter: Perisic vicino alla cessione, la Roma chiede Esposito per Dzeko

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Inter manager Antonio Conte

Mancano ormai un paio di settimane alla fine della sessione estiva di questo calciomercato che, fino ad ora, ha portato alla nuova Inter di Antonio Conte tante novità e alcune cessioni (come quelle di Miranda e Nainggolan) ma da qui al termine di questo periodo, ci si aspetta di ultimare gli ultimi affari sia in entrata che in uscita (con le cessioni di Icardi e Joao Mario su tutti).  La prima settimana di Agosto ha regalato all’ex tecnico del Chelsea una grande soddisfazione: l’arrivo di Romelu Lukaku, attaccante in cima alla lista dei desideri dell’allenatore salentino, dimostra che vi è una piena fiducia tra le idee calcistiche di Conte e la società, che vuole completare gli ultimi colpi per rendere la rosa sempre più competitiva.

Capitolo cessioni

Secondo quanto riportato da Sky Sport, Ivan Perisic, sarebbe pronto ad approdare in Bundesliga, al Bayern Monaco, con la formula del prestito oneroso di 5 milioni con il diritto di riscatto fissato a 20 milioni. L’esterno croato classe ’89 non è infatti partito insieme alla squadra alla volta di Valencia per l’amichevole prevista nella serata del 10 agosto. Ad aspettarlo in Germania ci sarà Niko Kovac, un tecnico che non ha mai nascosto la stima verso l’attuale esterno nerazzurro. Lo stesso allenatore per ciò che concerne il mercato ha affermato in conferenza: “La decisione deve essere unanime. E lo stesso vale per i giocatori in uscita. Non faccio nomi, dico solo che i nostri dirigenti sono al lavoro, quindi sono certo che arriverà qualcuno prima del due settembre”. Le visite mediche del croato dovrebbero essere previste entro la prossima settimana.

Un altro calciatore escluso dalla lista dei convocati in vista dell’amichevole contro il Valencia è Joao Mario. Anche l’ex centrocampista dello Sporting Lisbona è rimasto a Milano ad allenarsi e aspetta novità dal calciomercato: su di lui c’è sempre la corte del Monaco e la dirigenza sta ragionando sulla formula migliore per la cessione.
Per quanto riguarda Mauro Icardi la situazione si fa sempre più complessa. Ormai è chiaro che l’attaccante argentino è fuori dal progetto di Antonio Conte e che non sono le possibilità di essere reintegrato nel gruppo. Lui preferirebbe andare alla Juventus ma al momento i rapporti tra i due club sono ai minimi storici quindi, a meno che Paratici non proponga a Marotta uno scambio Dybala-Icardi, non ci sono grandi margini di manovra per un’eventuale trattativa. Quindi l’ex attaccante della Sampdoria deve iniziare a tenere in considerazione altre destinazioni come Napoli o Roma. La dirigenza nerazzurra continua a chiedere per lui 70 milioni.

La Roma chiede Esposito per Dzeko

Non è un segreto che l’altro attaccante richiesto da Antonio Conte per completare il reparto avanzato è Edin Dzeko. Una trattativa che a fine Giugno sembrava ormai chiusa per una base di 12 milioni più una contropartita tecnica più giovane (Dzeko è in scadenza nel 2021, ndr.) ma che si è sempre di più complicata per via delle richieste della Roma che, nel frattempo, fa fatica a trovare il sostituto. La dirigenza capitolina chiede all’Inter per la cessione almeno 20 milioni di euro mentre i nerazzurri sono disposti al massimo a chiudere ad una cifra vicina ai 15 milioni. Secondo la Gazzetta dello Sport, la Roma vorrebbe proporre all’Inter una sorta di operazione ‘Nainggolan- Zaniolo’, inserendo ai fini della trattativa, il giovanissimo Sebastiano Esposito, classe 2002, che si è messo in mostra in questo pre campionato.
La dirigenza nerazzurra però, anche per non ripetere l’errore fatto con Zaniolo, non lascerà mai partire a titolo definitivo un giovane con così tante potenzialità e quindi fino alla fine si ha la sensazione che si troverà un accordo sulla base di un ‘semplice’ conguaglio economico.

  •   
  •  
  •  
  •