Serie A: Spal,una squadra,una citta’ e un grande allenatore

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui


La Spal,dopo il buon campionato della scorsa stagione,chiuso al 13mo posto con la seconda salvezza consecutiva,conquistata con pieno merito in largo anticipo già  alla 35ma giornata,(frutto di 42 punti ottenuti con 11 vittorie,9 pareggi e 18 sconfitte,corredati da 44 goal fatti e 56 subiti) ,si prepara
per essere la vera rivelazione della  prossima stagione ,forte di una campagna acquisti mirata ed oculata,ma sopratutto di qualità,dove il vero colpo di mercato è  stato quello di riscattare dall’Atalanta il bomberone (per possenza fisica) Petagna,che nonostante le numerose richieste dall’estero e dall’Italia,resterà a Ferrara,sotto la guida sapiente di mr. Semplici,il quale,grazie al suo modulo di gioco nella passata stagione,gli ha permesso  di essere uno dei migliori attaccanti italiani,ancor più di quando giocava nella splendida Atalanta di Gasperini,con 16 reti segnate in 36 presenze,risultando determinante per la salvezza degli estensi,quasi il doppio di quante ne segnò a Bergamo in 2 stagioni,dove mise dentro 9 reti in 63 partite.

Quest’anno sono arrivati giocatori importanti ed esperti come Berisha,portiere molto navigato e dotato di una buona tecnica anche con i piedi,qualità essenziale che piace al Mister, che predilige costruire l’azione partendo da dietro; Mazzucco dal Padova, Moncini dal Cittadella, Di Francesco dal Sassuolo, Igor dal Salisburgo, D’Alessandro dall’Atalanta e i vari giocatori riscattati, come Murgia, Valoti e Fares, quest’ultimo neocampione D’Africa con l’Algeria,che di fatto non sono mai andati via.Mentre tra le cessioni eccellenti citiamo quella di Lazzari alla Lazio,Viviano allo Sporting Lisbona per fine prestito,Regini alla Sampdoria e il bomber Antenucci,che dopo 3 anni stupendi, vissuti in Emilia Romagna,andrà  a chiudere( un po’ a malincuore) la sua carriera nel nuovo progetto del Bari in Lega Pro.Dal momento che non è ancora finita la campagna acquisti,il direttore  sportivo Vagnati è  in costante lavoro per l ‘acquisto di un’altro attaccante e di un nuovo difensore,per completare il mosaico della formazione da affidare a Semplici.

Il calendario Serie A della Spal: tutte le gare in programma

Nel nuovo calendario la Spal avrà un inizio tutto in salita, dove affronterà l’Atalanta nella prima di campionato il 25agosto in cui ne vedremo delle belle,soprattutto per  il credo calcistico di entrambi gli allenatori. Nella seconda giornata del primo settembre ci sarà  il primo derby romagnolo contro il Bologna e quindi nessun esito sarà  scontato, con gli occhi tutti puntati sulla buona riuscita delle cure del tanto amato Sinisa.
Alla terza giornata  del 15/09 avremo Spal -Lazio ,dove la Lazio vorrà  riscattarsi dalla sconfitta della scorsa stagione per 1 a 0,mentre la Spal riconfermare la buona prova che gli permise di superare i laziali per 1 a 0,con un rigore di Petagna all’89mo. Nella quarta giornata del 22 sett. gli spallini affronteranno il Sassuolo al Mapei Stadium,e quindi un’altro derby della regione. Il 25 settembre ci sarà  la quinta giornata nel turno infrasettimanale e sarà  di scena il Lecce di Liverani,dove certamente i punti in palio saranno non dico decisivi, ma molto ghiotti per la salvezza. Alla sesta giornata del 29 sett. la Spal andrà  a fare visita ai campioni d’Italia della neo-Juve di Sarri.  I bianconeri vorranno  vendicarsi della sconfitta dello scorso anno in casa ferrarese e di conseguenza per gli ospiti sara’ ardua arginare le zebre.

Alla settima giornata del 6 ottobre avremo  l’altro derby contro il Parma e i ragazzi di D’aversa certamente daranno battaglia dopo le 2 sconfitte patite nella scorsa annata,quando la Spal vinse sia all’andata per  1 a 0 con goal di Antenucci e  sia al ritorno quando espugno’ il Tardini per 3 a 2 dopo essere stata sotto di 2 reti. Il Tris venne firmato da Valoti,Petagna e Fares, che ribaltarono la doppietta di Roberto Inglese.

Il 20, 27 e  30 ottobre i biancocelesti affronteranno in ordine: il Cagliari fuori casa,il Napoli in casa e nuovamente fuori casa il Milan nel secondo ed ultimo turno infrasettimanale della stagione. Il 3 novembre Spal -Sampdoria, il 10 novembre Udinese- Spal e il 24 novembre Spal -Genova,  e’ questo senza dubbio alcuno   il mese più  interessante per cercare di fare più  punti possibili nel girone d’andata. Il primo dicembre la Spal andrà  a Milano contro l’Inter, e codesta sarà  una trasferta durissima contro i nero-azzurri di Antonio Conte. Alla 15ma giornata nel giorno dell’Immacolata(8-12), sfida delicatissima contro il Brescia di Corini per la salvezza. La settimana successiva (15-12) i ragazzi del presidente Colombarini sfideranno la Roma, che lo scorso anno è  stata battuta sia all’andata che al ritorno, suscitando clamore e stupore nella capitale e a tutta la popolazione giallorossa con proteste veementi anche a Trigoria. Il 22 dicembre la squadra da affrontare sarà  il Torino di Mazzarri, avversario sempre ostico da sfidare.

Dopo ci sarà  la pausa natalizia e la 18ma e 19ma giornata ci saranno il 5 e il 12 gennaio con Spal -Verona e Fiorentina- Spal, e  da lì  comincerà  il 19 gennaio 2020 il girone di ritorno con la dea di Gasperini e Percassi.
Nel frattempo il mercato continua e si cerca di portare Ceccherini,Dabo e Leris in casa estense , ma é  molto difficile concludere queste trattative per ora, anche se non impossibile.
Nella doppia amichevole di ieri contro  squadre dilettanti i Ferraresi hanno battuto nel primo incontro della giornata l’Obermais maia per 3a1 con reti segnate da Floccari e doppietta di Valoti; nella seconda invece hanno superato agevolmente 5a0 la Virtus Bolzano ed i goal sono stati messi a segno da Strefezza, Kurtic,Moncini,Petagna e dalla rivelazione Mawuli rientrato dal Catanzaro per fine prestito.Per concludere quando in una squadra ci sono giocatori dai piedi buoni e di esperienza come Murgia,Berisha,Igor(seppur 21enne) Valoti, Valdifiori, Kurtic e un goleador come Petagna nulla e’ precluso per ottenere una salvezza comoda e un decimo posto o forse qualcosina in piu’ ,con il valore aggiunto dell’allenatore bravissimo a fare anche da pigmalione per i piu’ giovani.Senza dimenticare i 2 forti attaccanti Paloschi e Floccari che alla bisogna apporteranno il loro contributo in campo.

  •   
  •  
  •  
  •