FC Barcelona – Partita di dubbi contro il Valencia

Pubblicato il autore: Giuseppe Ortu Segui


FC Barcelona – Valencia è una partita difficile che giunge in un momento complicato per entrambe le compagini. Al Camp Nou, questa notte, ore 21:00, sarà sfida ad alta tensione. Il Barça di Valverde deve dare una radicale e repentina sterzata a un inizio di temporada al rallentatore. 4 punti su 9 in palio è un ben misero bottino per la formazione blaugrana campione di Spagna in carica. Valverde è già sotto la lente di ingrandimento di gran parte del barcelonismo che lo vedrebbe con piacere lontano da Barcelona. La squadra non carbura, ha perso il suo stile di gioco offensivo, gioca con lentezza e fa trasparire una debolezza e fragilità allarmante. Ad esso deve aggiungersi una sequela di infortuni che stanno falcidiando la squadra. Messi, Dembélé, Umtiti (l’ultimo aggiunto), Neto sono ancora in infermeria. Suarez ha appena ricevuto l’alta dello staff medico e rientrerà in squadra. Da vedere se partirà titolare o si accomoderà inizialmente in panchina. In questa serie di infortuni certamente c’è lo zampino di una preparazione saltata a causa della Copa America da una parte, e la gira americana e giapponese dall’altra. Business e sport, sebbene uniti da una sinergia fondamentale nel calcio di oggi, sono un binomio che solitamente vanno in direzioni opposte.

Valencia

D’altro canto l’avversario odierno dei blaugrana non gode di ottima salute. L’esonero improvviso di Marcelino, a pochi giorni di distanza dall’uscita di scena di Alemany, dg del conjunto ché, ha creato un terremoto all’interno della formazione valenciana. Il vestuario era, ed è tuttora, con Marcelino, e Parejo non lo ha certo negato, evidenziando non solo grande stupore, ma anche nervosismo nella squadra per questo provvedimento del tutto inaspettato. Il ruolo di tecnico è stato affidato a Celades, ex blaugrana degli anni 90 (4 stagioni al Barça).

Dal Barça al Barça

La curiosità riguardante Celades allenatore è che il suo ultimo incarico era stato come vice di Lopetegui al Real Madrid, e in questo ruolo aveva speso la sua ultima partita proprio al Camp Nou nel Clasico dello scorso campionato, perso dai blancos per 5-1. Da Barcelona a Barcelona dunque. L’ultima gara da allenatore era stata da avversario al Camp Nou, esattamente come la prima dopo quella volta. Certamente Celades cercherà di lasciare l’Estadi con un risultato differente da quello maturato in quella circostanza.

Dubbi formazione per Valverde

Con la situazione infortunati nel Barcelona, gran parte della formazione che scenderà in campo stanotte contro il Valencia è fatta. In difesa l’unico dilemma riguarda il laterale destro. Semedo (in calo le sue quotazioni come le sue prestazioni) o Sergi Roberto. Un’esclusione del portoghese sarebbe quasi una sentenza. I dubbi maggiori riguardano il centrocampo, dove sono tutti in salute. De Jong e Busquets dovrebbero essere sicuri del posto. Da verificare la posizione in campo dell’olandese, fino ad ora utilizzato male da Valverde. Da osservare con attenzione la posizione di Rakitic e Arthur. Terminato il mercato estivo, nel quale il nome del croato è stato abbinato più volte in operazioni in uscita, ora l’ex Sevilla dovrebbe recuperare i gradi persi fino ad ora (tre partite, nessuna da titolare, con le ultime due mai entrato in campo). Una nuova esclusione significherebbe che il ragazzo è stato definitivamente escluso dai piani del suo ex mentore ed estimatore. Riguardo a Arthur, anche il brasiliano è stato osteggiato notevolmente da Valverde. Quest’anno ha giocato appena 37′, con goal, nella trasferta contro l’Osasuna. Una nuova esclusione deflagrerebbe come lo scoppio di un ordigno nella squadra. Valverde deve dunque iniziare a gestire dei casi che possono diventare spinosi e scomodi dentro lo spogliatoio.
In attacco, esclusi Messi e Dembélé, Valverde può contare sull’uruguaiano, ormai recuperato. Se partisse dall’inizio, l’altro posto potrebbe essere di Carles Perez. Se Suarez dovesse partire dalla panchina, al canterano potrebbe unirsi l’altro canterano Ansu Fati. Altra soluzione è l’avanzamento sulla linea degli extremos di Sergi Roberto (con Semedo come laterale). Anche l’ipotesi Vidal avanzato sarebbe percorribile.

Formazione valenciana tutta da scoprire

Ancora più complicato è indovinare l’undici valenciano. Il cambio di panchina potrebbe far saltare le gerarchie prefissate. Esclusi alcuni punti fermi, l’ex blaugrana Cillessen, Parejo, Garay, Rodrigo, il resto della formazione è avvolto in una fitta e spessa nebbia che sarà diradata solo al momento dell’arrivo delle formazioni ufficiali.

  •   
  •  
  •  
  •